Utente 333XXX

Buongiorno, medici di medicitalia.
Qualche mese fa (credo marzo-aprile) ho sbadatamente sbattuto forte la parte destra della fronte contro quello che doveva essere lo stipite di una porta, lasciato lì ad "aprire" il corridoio della casa in cui vivo per motivi di studio. Lì per lì misi giusto del ghiaccio in fronte e il dolore, per quanto inizialmente lancinante, rientrò dopo una mezz'oretta mi sembra, lasciandomi però un senso di insensibilità nella zona. Nei giorni successivi ci passai sopra, anche se ogni tanto mi prendeva un dolore che si estendeva sopra e nel retro della testa a destra.
Il problema si è ripresentato quando, iniziando a studiare seriamente per la sessione estiva, quindi sotto sforzo mentale, ho cominciato a sentire pulsare al tatto la zona interessata dalla botta: ora noto che mi succede quasi ogni qualvolta mi sforzi mentalmente. In più sto cominciando ad avvertire difficoltà a focalizzare con l'occhio destro e mal di testa come sopra di tanto in tanto, avverto un senso di insensibilità al tatto e sento la zona molle. Ho poi strane sensazioni circolatorie che partono da lì ma a un certo punto potrebbe anche trattarsi di suggestione.
La sera scorsa ho cominciato a notare un particolare guardandomi allo specchio: nella parte interessata si vede quella che sembra una vena o un capillare in evidenza (cosa mai successami dato che ho una carnagione olivastra) scendere in diagonale.
Non so davvero a chi rivolgermi: nella città in cui studio non ho mai avuto modo di scegliermi il medico di base per le lungaggini burocratiche, quindi dovrei aspettare più di un mese per consultare quello al mio comune di residenza; non riesco a capire se sia il caso di fare una tac ma in caso immagino ci siano liste e tempi da aspettare ben più lunghi.
Specifico che, fin da bambino, oltre a soffrire di una lievissima forma di ipermetropia (indosso gli occhiali solo per studio e nemmeno sempre) tendo ad avere sbalzi di pressione verso l'alto in alcune circostanze.
Non so se ho inserito il consulto nella sezione adatta...
Vi ringrazio in anticipo per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Vittorio Scipione

24% attività
20% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2016
Caro Amico,dal Suo racconto vale la pena per scrupolo di farsi valutare da uno Specialista Neurologo che a mio parere dopo averLa visitata Le prescriverà sempre per puro scrupolo una TC cerebrale.
In tal modo Lei potrà rasserenarsi alienando qualsiasi problema di ansia o quant'altro che La possano mettere mentalmente e magari fisicamente in disagio.
Personalmente non mi preoccupano i Suoi definiamoli sintomi quanto i Suoi timori,per cui proceda celermente a scegliere il Medico di Base (lungaggini burocratiche nel caso non dovrebbero sussistere) che le potrà prescrivere la Visita Specialistica.

La saluto
Dr.Vittorio Scipione

[#2] dopo  
Utente 333XXX

Gentile Dr. Scipione,
la ringrazio per la risposta e per le indicazioni, farò in modo di seguirle appena possibile. Mi rendo conto di quanti timori traspaiano da ciò che ho scritto e credo c'entri il fatto di aver inviato il consulto dopo una notte insonne in compagnia di un forte mal di testa proprio nella parte destra.
Per le lungaggini, mi pare di aver capito che le procedure richieste varino di regione in regione. Qui chiedono il nulla osta del curante, tutti i documenti fra contratto e tasse universitarie in originale e ti rimbalzano di ufficio in ufficio senza cognizione di causa...
Grazie ancora :)

[#3] dopo  
Dr. Vittorio Scipione

24% attività
20% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2016
Comprendo..........tuttavia credo di averLe dato un valido consiglio

Buona giornata
Dr.Vittorio Scipione