Utente 258XXX
Buonasera, volevo avere un informazione di carattere informativa.
In una risonanza magnetica con mezzo di contrasto ad encefalo e midollo spinale, con presenza di lesioni, la dicitura " nessuna impregnazione da mezzo di contrasto" cosa significa?Inoltre, in una possibile diagnosi di sclerosi multipla, è un fattore positivo che le lesioni non abbiano captato mezzo di contrasto?
Se si fosse intervenuto prima ancora che queste lesioni diventassero inattive, ci sarebbe potuto essere un maggior miglioramento ?
Grazie e buona serata.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

certamente, la mancata impregnazione del mezzo di contrasto è un fatto assolutamente positivo, significa, in una RM normale, che non ci sono alterazioni patologiche, mentre in una RM con lesioni demielinizzanti vuol dire che queste non sono attive.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 258XXX

Grazie dottore, quindi anche in caso di malattia demielinizzante, è un fattore positivo rispetto ad avere delle lesioni attive?

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Certamente, significa che la malattia non è attiva.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 258XXX

Buongiorno dottore, un ultima cosa: ma se a delle lesioni non attive al midollo spinale, si associa anche un assenza di lesioni al encefalo, quest'ultimo dato, potrebbe influire in maniera positiva su una diagnosi di SM o su una sua evoluzione?

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'assenza di lesioni demielinizzanti a livello encefalico è un segno molto positivo, però non ci assicura che non possano formarsi in futuro. Un paziente in terapia ha ovviamente meno possibilità che succeda, ma non la garanzia.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro