Utente 982XXX
Buonasera è un mese che dormo un'ora per notte per continui dolori al sacro e e spina dorsale ho gia' fatto diversi cicli di punture di cortisone e antiinfiammatori e e diversi cicli di toradol e lirica. Senza riscontro alcuno. La scorsa settimana mi sono recata al pronto soccorso dell'ospedale Maria Adelaide in Torino dove mi hanno consigliato, di snmaltire il cortisone e a febbraio mi chiameranno per delle iniezioni epidurale selettive.
Le riporto la mia ultime 2 risonanza magnetica da poter avere un prezioso consulto medico da lei.
LA PRIMA DICEVA AL 22/09/2008: Manifestazioni di iniziale discopatia degenerativa L4-L5 ed L5-S1.Tra L3-L4 protusione di materiale discale ad ampio raggio che impronta sacco durale sulla faccia anterire. In corrispondenza L5-S1 presente ernia mediana impegna il grasso peridurale e impronta sacco.Il canale vertebrale e cono midollare nella norma.
LA SECONDA DICE DEL 15/01/2009: Eseguite sezioni sagittali e assiali usando tecnica dello S:E e del turbo S:E con immagini T1 e T2 lo studio si estende da D10 al sacro, il rachide e' in asse . Livello L1-L2 segni dicopatia con disidratazione e modesta irregolarita' piatto somatico inf. di L1 compatibile con ernia intraspongiosa.
Lievi alteraz.piatto somatico inf. anche di L3. A livello L3-L4 potrusione ampio raggio disco intervertebrale che risulta disidratato e determina impronta al sacco durale anteriore.A livello L4-L5 modesti segni discopatia con disidratazione e min. impronta sacco durale.A livello L5-S1 iniziali segnidisidratazione e minima protrusione ad ampio raggio.Iniziali segni degenerativi a livello degli elementi posteriori dell'arco.Canale spinale ampio, midollo spinale regolare morfologia e segnale. Questo è quanto spero che possiate aiutarmi perchè non trovo pace.
Vi ringrazio dell'attenzione.
Antonella Chiereghin
Torino
aurorabeltramo@libero.it cell.-3294533406

[#1] dopo  
2114

Cancellato nel 2014
Cara Signora,
dalla risonanza magnetica si rilevano iniziali modesti segni di disco-artrosi e la presenza di diverse protrusioni discali, delle quali la più evidente a livello L3-L4.
E' necessaria innanzitutto un'accurata visita medica che serva anche a capire dove si localizza esattamente il Suo dolore o se questo è diffuso su tutta la colonna vertebrale (in questo caso l'ernia intraspongiosa di L1, riguardo alla quale Lei chiede informazioni, non può certamente esserne la causa).
Il mio consiglio è la visita dallo specialista Ortopedico o Reumatologo per un corretto inquadramento del problema (non basta la risonanza magnetica!).
Per quanto riguarda le iniezioni epidurali, queste possono essere senz'altro utili (se eseguite da operatori esperti e meglio sotto guida radiologica) come terapia del dolore (non eliminano la causa!) se tutti gli altri farmaci che Lei ha assunto non hanno sortito effetti come afferma.
Cari saluti