Utente 112XXX
Ringraziando anticipatamente per l’attenzione Le espongo il mio problema che è insorto quasi un anno fà, è una vertigine, che si accentua con il movimento della testa e da una fortissima contrattura muscolare dei muscoli scapolari e del cranio specialmente sul lato sinistro nei primi periodi a volte sentivo anche dei fastidiosi fischi all'orecchio ed un fastidio continuo agli occhi ( che anche ora non è scomparso del tutto)
ho effettuato una risonanza magnetica ( fhast spin eco su piani saggittali ed assiali immagini pesate in t1 e t2) riscontrando una riduzione della lordosi fisiologica - a livello c5-c6 si apprezza presenza di ernia discale paramediana destra che impegna il pavimento del forame di coniugazione destro contattando la radice c6 omolaterale, inostre il materiale discale esercita una modesta impronta sul profilo ventrale della corda midollare che peraltro conserva regolare intensità di segnale. conservata l'ampiezza del canale vertebrale.
Dopo un esame radiografico dorsale cervicale e lombo sacrale si evince una modesta deviazione assiale sinistra del rachide con lieve livellamento del bacino prevalenza destra. A spetto rettilineo del tratto cervicale con tratti intersomatici di normale ampiezza aspetto ipertrofico dei processi trasversi di c7.
Ho anche effettuato un ecocolor-dopler per rilevare lo stato delle arterie e delle vene che portano sangue al cervello, tutto è risultato regolare. mi chiedevo se questi disturbi siano portati da una sublussazione dell'atlante? ( creata da leve articolari al collo della lotta libera) o dalla mia ernia cervicale? E se sono risolvibili con il tempo e manipolazioni o si necessita di un intervento che farei volentieri se avessi la sicurezza di una pronta guarigione.

Distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Egr. signore,
intervengo in questa sezione poichè Ella richiede anche un parere chirurgico.
Dagli esami effettuati si evince, stando al referto della RM cervicale, la presenza di un'ernia C5-C6 che potrebbe essere responsabile dei Suoi disturbi.
Per poterlo affermare con certezza è necessaria la visione diretta delle immagini e la visita dello specialista neurochirurgo.
Se l'intervento è indicato, porta a guarigione.
Disponibile per eventuali ulteriori chiarimenti La saluto con cordialità
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano