Utente 316XXX
Buongiorno, scrivo per avere chiarimenti sull'esito della RMencefalo a cui è stata sottoposta mia cognata, scrivo di seguito l'esito.
L'esame dimostra la presenza di multiple aree di alterato segnale caratterizzati da una iso-ipointensità nella sequenza di T1 pesata e da una iperintensità nella sequenza T2 dipendente, che osno da riferire ad aree di gliosi parenchimale esito di danno vascolare ischemico nel contesto di una encefalopatia vascolare.
Le lesioni interessano la sostanza bianca della regione peritrigonale di entrambi i lati.

Siamo preoccupati per la parte che dice danno ischemico. Che vuol dire?
E tutto il resto? E' una situazione grave?
Grazie per la vostra attenzione.

[#1] dopo  
104482

Cancellato nel 2009
Gentile utente,
ovviamente, non potendo visionare le immagini, le posso fornire un'interpretazione riguardo al referto.
Da cio' che viene descritto, la RM ha evidenziato un quadro di sofferenza del tessuto cerebrale di natura ischemica (ridotto apporto di ossigeno a circoscritte aree cerebrali). Le aree di gliosi non sono altro che delle piccole "cicatrici" nell'encefalo determinate da diversi eventi ischemici cronici che non sempre hanno una manifestazione clinica. Il quadro assume una importanza variabile a seconda dell'eta' della paziente, della sintomatologia correlata, dalla presenza di eventuali fattori di rischio (diabete, fumo, ipertensione, ipercolesterolemia, cardiopatie ecc...).
La diagnosi deve essere comunque avvalorata da una serie di ulteriori accertamenti atti a determinare la causa di queste lesioni. Per questo motivo le consiglio di rivolgersi ad un neurologo, che visitera' sua cognata ed eventualmente, le prescrivera' ulteriori accertamenti diagnostici e laboratoristici per confermare tale ipotesi.
Distinti saluti.
Dr.ssa Valentina Calistri