Utente
Gent.ssimi Dottori,
scrivo per chiedere alcuni consigli riguardo all’intervento laser per correggere la miopia.
Ho 48 anni, sono affetto da miopia dall’età di 9 anni circa, e porto le lenti a contatto morbide da circa 30 anni; da diversi anni è stabile con -7 all’O.D. e O. S.; da un anno, per leggere, ho bisogno di lenti con +1.50 all’O.D. e O.S..
Ora sinceramente non sopporto più né lenti a contatto per la miopia e né lenti per leggere, e mi sono deciso per l’intervento.
Mi sono recato presso una struttura pubblica nella mia provincia, dopo aver fatto in due sedute gli screening previsti, mi è stato detto che potevo fare l’intervento (avrei dovuto farlo a giorni). Ma siccome ho avuto la sensazione che tutto il percorso preliminare sia stato fatto con una certa superficialità e senza molti chiarimenti, non ho avuto fiducia e ho desistito. Mi è stato detto solo che avrebbero usato la PRK perché è quella che usano (non dicendomi se era quella più indicata nel mio caso), e che avrei avuto il disturbo permanente di una visione notturna con aloni intorno alle luci.
Nulla è stato detto riguardo il tipo di laser.
Ora, vorrei gentilmente sapere:
- Quale tipo di intervento sarebbe consigliabile nel mio caso (PRK, Lasik, Lasek …);
- Quale tipo di laser di ultima generazione è consigliabile in modo da avere la possibilità di effettuare trattamenti personalizzati;
- Presso quale Unità Operativa di Oculistica utilizzano quel tipo di intervento e quel tipo di laser sia essa pubblica ( è consigliabile?), convenzionata dal SSN o privata.
Premetto che sono della provincia di Caserta, e che, qualora sia necessario, per l’intervento sarei comunque disposto anche a spostarmi in altre regioni, e anche a portare un paio di occhiali con delle leggere lenti per eventuali residui di miopia.

Anticipatamente,Vi ringrazio
Distinti saluti
Teodoro

[#1]  
Attivo dal 2007 al 2010
Carissimo Teodoro,
ci sono differenti tipi di chirurgia laser per la miglioria delle condizioni della tua vista. Il metodo più usato è il metodo Lasik. Altri metodi sono PRK, IntraLasik(o laser "intra") e Lasek (con la "e"...).
Tutti i metodi elencati sono procedimenti il cui fine è correggere la visione (in caso di miopia, ipermetropia o astigmatismo) mediante la modellazione della cornea.

Chirurgia Lasik:
Il metodo Lasik è il più diffuso ed il preferito tanto dai medici quanto dai pazienti, vista l'alta percentuale di successo è il recupero veloce dei pazienti. La chirurgia laser oculare Lasik è un trattamento che rimodella la cornea. La chirurgia laser degli occhi consiste in sezionare, ritirare e appartare una piccola parte superficiale della cornea, per poi "pulire" o "scolpire" con il laser il tessuto medio della cornea, che poi si coprirà nuovamente con la parte superficiale che si aveva ritirato in precedenza.

Chirurgia PRK:
La differenza principale tra la chirurgia laser PRK e la chirurgia Lasik radica nel fatto che con la tecnica PRK non si separa il tessuto della cornea come si fa con la tecnica Lasik. In questa tecnica si ritira lo strato esteriore delle cellule della cornea con una soluzione alcolica. Dopo, si rimodella la cornea sempre con il laser.Questa tecnica è specialmente indicata per pazienti con cornee fine che non si possono operare con la Lasik. Il post operatorio generalmente è più lento ed i pazienti dovranno avere gli occhi protetti con delle lenti a contatto speciali durante la cicatrizzazione.

Chirurgia Lasek:
L'intervento chiamato Lasek (conosciuto anche come Lasik epiteliale o E-Lasik) è un tipo di PRK più nuovo. Nel Lasek si usa un'incisione più fina per tagliare il tessuto corneo. Dopodiché si applica una soluzione di alcol e d'acqua all'occhio per staccare l'epitelio. Questa azione è raccomandata principalmente per quei pazienti che hanno la cornea troppo fina o troppo morbida e che potrebbero avere complicazioni con la tecnica Lasik.

Chirurgia intraLasik:
Il metodo intraLasik si è sviluppato per risolvere alcuni dei problemi che aveva la chirurgia laser con i metodi Lasik e Lasek. È un mix di questi due metodi, anche se con alcune differenze. Nell'intraLasik, il tessuto corneo si taglia molto finemente, però con una incisione oscillante. Dopo di ciò non si utilizza la soluzione alcolica per staccare l'epitelio ma si fa con uno strumento di plastica.

Un caro saluto

[#2] dopo  
Utente
Gent.mo Dott. Duilio Siravo,
La ringrazio tanto per la sua risposta.
Considerato che è una situazione che mi preme, le sarei grato se mi desse risposta anche alle altre richieste fatte nel consulto.
Chiariti i differenti tipi di chirurgia laser, in particolare chiedevo anche:
- Quale tipo di intervento sarebbe consigliabile nel mio caso specifico (PRK, Lasik, Lasek …);
- Quale tipo di laser di ultima generazione sarebbe consigliabile in modo da avere la possibilità di effettuare trattamenti personalizzati;
- Presso quale Centro specializzato (Centro-Sud Italia) sia essa pubblica (è consigliabile?), convenzionata dal SSN o privata, utilizzano quel tipo di intervento e quel tipo di laser più indicato nel mio caso.

Nel ringraziarLa porgo Cordiali Saluti
Teodoro

[#3] dopo  
Utente
Gent.mo Dott. Duilio Siravo,
come già detto, Le sarei grato se mi desse risposte anche alle altre richieste fatte nel consulto, mi dispiace tanto il Suo silenzio.

Dato che è una condizione che vorrei risolvere e che mi preme veramente tanto, mi appello anche agli altri medici oculistici di MEDICITALIA, e sarei davvero grato se mi venisse dato tempestivamente una risposta.

In particolare le domande che chiedevo sono:
- Quale tipo di intervento sarebbe consigliabile nel mio caso specifico (PRK, Lasik, Lasek …)?;
- Quale tipo di laser di ultima generazione sarebbe adatto al mio caso in modo da avere la possibilità di effettuare trattamenti personalizzati ?;
- Presso quale Centro specializzato (Centro-Sud Italia) sia essa pubblica (è consigliabile?), convenzionata dal SSN o privata, utilizzano quel tipo di intervento e quel tipo di laser più adatto al mio caso?.

Ringrazio TUTTI anticipatamente.
Cordiali Saluti
Teodoro

[#4] dopo  
Utente
VI PREGO RISPONDETE!

Gent.mo Dott. Duilio Siravo,
come già detto, Le sarei grato se mi desse delle risposte anche alle altre richieste fatte nel consulto, mi dispiace tanto il Suo silenzio.

Dato che è una condizione che vorrei risolvere a breve e che mi preme veramente tanto, MI APPELLO ANCHE AGLI ALTRI MEDICI OCULISTICI DI "MEDICITALIA", e sarei davvero grato se mi venisse dato tempestivamente una risposta.

Considerando il mio caso, in particolare chiedevo:
- Quale tipo di intervento sarebbe consigliabile nel mio caso specifico (PRK, Lasik, Lasek …)?;
- Quale tipo di laser di ultima generazione sarebbe adatto al mio caso in modo da avere la possibilità di effettuare trattamenti personalizzati ?;
- Presso quale Centro specializzato (Centro-Sud Italia) sia essa pubblica (è consigliabile?), convenzionata dal SSN o privata, utilizzano quel tipo di intervento e quel tipo di laser più adatto al mio caso?.

Ringrazio TUTTI anticipatamente.
Cordiali Saluti
Teodoro

[#5]  
Dr. Antonio Pascotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
CASERTA (CE)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2001
Gentile utente,

Nel Suo caso, sarà necessario effettuare dei particolari esami diagnostici per valutare quale possa essere il trattamento più indicato per risolvere il Suo problema. Nella fattispecie, sappia che presso le nostre Strutture di Caserta e Napoli potrà trovare tutta l'assistenza di cui avrà bisogno per un eventuale intervento.

Ci scusi per il ritardo della risposta.
Dottor Antonio Pascotto
Tel. 081 554 2792
www.oculisticapascotto.it