Utente 161XXX
Salve, sono un ragazzo di 26 anni che vorrebeb operarsi per eliminare la miopia. Difetto occhio dx -6, occhio sn -3. Fatti tutti i controlli. Ok la cornea (ok topografia e pachimetria, spessore 530mm). Pupilla però molto ampia (8.20 su entrambi gli occhi con pupillometria mesopica; con scotoscopica siamo sui 7.80).
Mi hanno detto che nella struttura pubblica non si può operare. Nella privata sì, con laser di ultima generazione, che coprono una zona ottica più ampia, aggiungendo anche un trattamento nella zona di transizione.
C'è però il rischio, remoto, di avere aloni notturni.
Un po' questo mi allarma.
In base a vostra esperienza e casi passati, è davvero remoto questo rischio?
Mi conviene aspettare l'evoluzione della tecnica e dei macchinari che in futuro potrebbero eliminare questo rischio al 100%?
Devo decidere a giorni se fare o no l'intervento.
Aspetto a breve un vostro feedback.

[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buongiorno, probabilmente è come le dicono, deve usare un laser che possa operare su zone ottiche più ampie per diminuire il rischio di disturbi in condizioni scotopiche, anche se 8.20 mi sembra un po tantino. Il 100% in medicina è una percentuale che non esiste, i rischi generici ci sono sempre per ogni trattamento medico,chirurgico o parachirurgico in tutte le specialità.
Cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo