Utente 160XXX
Siamo ormai agli sgoccioli, mio marito sarà a breve operato ma ha ancora dei dubbi. Lui è sempre stato emmetrope, stava diventando lievemente presbite ma dopo l'operazione con lente monofocale gli hanno confermato che per ridargli i 10/10 diventerà in automatico presbite di 3 diottrie, il che significa che farà fatica anche a leggere i nomi sul citofono senza occhiali. Oppure se preferisce, può conoscere una discreta miopia ed evitare di portare gli occhiali da vicino (gli basterà alzare gli occhiali da miope per leggere). Oppure ancora, si può calcolare un cristallino a metà strada che lo renda lievemente miope e non moltissimo presbite (dovrà fare 2 occhiali od uno con lenti progressive), invecchiando diventerà comunque presbite e sparirà la miopia.
Lui ha 43 anni, al lavoro fa utilizzo di Computer e legge anche molti documenti e libri, ama la fotografia; però guida anche l'automobile.
Cosa conviene diventare?
Non capiamo come invece riescano alcuni anziani a togliere completamente gli occhiali dopo l'operazione.
Grazie mille, dovrebbe dare una risposta in brevissimo tempo.
Saluti
Elisabetta

[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buonasera, è una decisione che spetta a lui, le possibilità le ha tutte elencate lei, c'è anche chi consiglia di rendere l'occhio non dominante livemente miope cosi da poter leggere da vicino e vedere bene per lontano.Forse all'età di suo marito io opterei per l'emmetropia con correzione della sola presbiopia per vicino, che è la condizione più naturale, anche senza cataratta di quì a breve avrebbe dovuto portare occhiali da presbite. Gli anziani che tolgono gli occhiali dopo l'operazione, si accontentano di quello che vedono.
Cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo

[#2] dopo  
Utente 160XXX

Buongiorno Gentile Dr. Rotondo, simpatica la battuta sugli anziani.

Ci siamo dimenticati di aggiungere che dalla topografia corneale è emerso un astigmatismo di 2 diottrie in entrambi gli occhi mentre con il microscopio tempo fa un altro medico aveva riscontrato solo 0.75 diottrie al destro ed 1.25 al sinistro, e lui ha sempre portato una leggera correzione di sole 0.25 diottrie.
Può essere che il cristallino naturale compensa ma una volta inserito quello artificale, l’astigmatismo risulterà clinicamente evidente?
Abbiamo ancora molti dubbi.
Pensavamo che se dovrà portare gli occhiali per forza per l’astigmatismo, tanto vale diventare miope.
Potrebbe risolvere il problema la lente torica (che però il SSN non passa), cosa pensa di questa lente?
Ne hanno fatte sia di monofocali che di multifocali, sulle muulti mio marito ha paura.
Nel caso invece l'astigmatismo non sia evidente abbiamo anche sentito parlare di lenti accomodative monofocali, che si muovono con il muscolo e potrebbero compensare presbiopia e miopia ma sembra che con il tempo perdano questo potere.

Sempre davvero molto gentile se vorrà risponderci, siamo ormai vicinissiami al Day Hospital prericovero.

Saluti

Elisabetta


[#3] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Buonasera, Se non porta lenti astigmatiche per lontano prima dell'intervento, verosimilmente non le porterà neanche dopo. Non sono molto d'accordo sulle lenti accomodative. Per le multifocali occorre che sia molto motivato, alcuni pazienti si trovano bene altri hanno qualche problema.Le lenti toriche vanno bene, ma io le uso per astigmatismi molto elevati, non mi pare che questo sia il caso.
Cordialità
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo

[#4] dopo  
Utente 160XXX

Grazie Dottore ma sembra proprio che a mio marito metteranno una torica, è quanto ci hanno detto dallo Studio del dottore che lo opererà ma la segretaria non sapeva di più ed il Dottore che è il Primario mio marito se lo troverà solo in sala operatoria, dopodomani.
L'unica cosa che possiamo pensare è che togliendogli il cristallino naturale che probabilmente compensa, con una lente artificiale normale sarebbe uscito l'astigmatismo che dalla mappatura corneale sembra evidente.

A proposito di toriche, la più usata sembra essere l'acrisoft della Alcon, che lei sappia questa non ha poi problemi in futuro, nel senso che possono esserci inconvenienti per il posizionamento della torica? Anche dopo una eventuale trattamento laser per eventuale cataratta secondaria, potrebbe esserci il rischio di una rotazione non voluta della IOL?
La visione a fuoco singolo fornita da queste IOL come sarà?
Infine, queste IOL solitamente sono tipo normale con solo filtro UV oppure tipo Natural (gialline, con filtro per il Blu)?

Scusi se ci permettiamo ma lei è davvero molto gentile e competente e noi abbiamo le idee un pò confuse.

Saluti



[#5] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Buongiorno, si tratta generalmente di lentine acriliche idrofile non colorate. nessun problema per eventuale cataratta secondaria, è chiaro che il posizionamento è fondamentale, la successiva correzione per vicino seguirà i criteri di una normale presbiopia.
Cordialità
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo

[#6] dopo  
Utente 160XXX

Lei è sempre molto gentile!
Approfitto per porle un ulteriore quesito sperando di non disturbarla troppo.
Purtroppo non sempre vengono trasmesse dai medici informazioni chiare su i post di questo intervento,cosa che può generare un pò di ansia.
Mio marito è stato operato venerdì mattina. Gli è stata inserita una lentina torica Acri soft gialla.
Oggi ha fatto alcune prove con l'occhio che gli è stato operato e ha notato grossi miglioramenti nella visione da lontano; è molto presbite sul vicino (ma questo lo sapeva!) ma si accorto guardando i numeri del televideo del TV che questi risulatano ancora sfocati.
L'occhio ci impiega un pò per metterli a fuoco a differenza del sinistro non ancora operato.
E' normale essendo passato così poco tempo dall'operazione o potrebbe esserci un residuo di astigmatismo?
Le auguro di trascorrere una serena domenica.
Elisa

[#7] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Buongiorno, credo che sia normale a così breve distanza dall'intervento vedere ancora un po sfocato, vedrà che nei prossimi controlli andrà meglio, non faccia troppe prove, viva un decorso post operatorio tranquillo.Sono contento che sia andato tutto bene, ancora auguri e buona domenica a voi.
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo