Utente 157XXX
Salve, ho 25 anni e attualmente ho degli occhiali da miope che mi permettono di raggiungere i 10/10 di visus con l'occhio sinistro e 8/10 con il destro. Quest'ultimo è un "occhio pigro". Ho cominciato a soffrire di ambliopia dall'età di 8 anni successivamente ad un incidente stradale. Nell'urto ho avuto una forte contusione con ematoma nella parte posteriore del cranio. Volevo chiedere innanzi tutto se dal punto di vista medico un'ambliopia può dipendere da effetti traumatici come il mio. In secondo luogo vorrei delle delucidazioni in merito all'abliopia stessa. Per quanto ne so (ovviamente molto poco non essendo un oculista) è un'alterazione visiva che comporta un visus differente da quello dell'altro occhio. E infatti pur correggendo il mio occhio destro con lenti miopiche da 2.5 gradi il mio visus si ferma a 8/10. Ma l'ambliopia oltre al visus minore comporta anche altro? Chiedo questo perchè il mio problema è ben più grave della perdida di due gradi. La visione monoculare con l'occhio destro è da brividi. L'immagine risulta poco nitida a qualsiasi distanza, traballante, sfuocata. Talvolta per prova mi copro l'occhio sinistro ( quello "sano") e resto pietrificato dalla visione pessima del mio occhio destro. Ad esempio se leggo un libro, ho difficoltà a definire tutti i caratteri, perdo il rigo quando si deve andare accapo e dopo poche righe l'occhio mi comincia a bruciare a tal punto che mi sento impazzire e la lettura risulta impossibile. Volendo tralasciare l'esempio del libro anche una visione medio/distante risulta faticosa e fastidiosa: non riconosco le persone a pochi passi, i carelli stradali, non riesco a leggere su un monitor un testo ecc. Ma tutto ciò è normale per un occhio ambliope? Vorrei capire se avendo un occhio ambliope io dovrei registrare solo la mancanza di due gradi del visus (essendo miope quindi non dovrei vedere benissimo da lontano) oppure se sono normali tutti i problemi che accuso. Ringrazio tutti i dottori che rispinderanno anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buonasera, gentile utente quello che Lei descrive è normale per un occhio ambliope, se poi l'ipovisus è riferito ad un trauma occorso con ematoma cerebrale , è possibile che all'epoca si sia verificata una compressione e relativa lesione del nervo ottico che può esere responsabile dell'alterazione qualitativa della sua vista che quantitativamente risulterebbe essere buona (8/10), tuttavia questa situazione che è irreversibile, non dovrebbe comportare grossi problemi nella visione binoculare e a meno che non faccia le cosidette prove di occlusione dell'occhio buono non dovrebbe darle particolare fastidio.
Cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo