Utente 181XXX
Gentile dottore,
se Le scrivo è perchè ipocondriaca per eccellenza..., e dai consulti ricevuti precedentemente sono stata sempre tranquillizzata... peccato però che il dolore non mi abbia abbandonata e allora i voli pindarici da uno scenario più terribile all'altro si fanno strada nella mia mente. Un mesetto fa, o poco più, ho avvertito improvvisamente delle fitte alla parte sinistra del cranio, fitte improvvise e dolorose, che ero solita avvertire solo dopo un esame universitario, quando dovevo scaricare la tensione cioè, perchè il cervello a riposo da stress. Queste fitte invece si sono ripresentate a prescindere dalla conclusione dell'esame, e si sono ripetute per qualche volta. Da buona ansiosa mi sono subito preoccupata, e il mio medico curante, uno dei tanti interpellati mi ha parlato di nevralgia, altri di cefalea, ma comunque escludendo scenari chissà di che genere. Per la nevralgia mi ha prescritto il dobetin, che ho consumato, e che non mi ha fatto più avvertire quelle fitte così forti, solo che ora avverto, doloretti continui, come classici mal di testa, che si ripercuotono anche sulla tempia, sempre sinistra... ora sto provando a mettere gli occhiali (perchè miope) e a stare meno tempo al pc, dove per ragioni di studio, perdo moltissimo tempo... da questo quadro generale, secondo Lei si possono escludere le cose più gravi?

[#1] dopo  
Dr. Demetrio Romeo

32% attività
0% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Difficilmente le patologie gravi migliorano con complesso vitaminico B. Pertanto la nevralgia potrebbe starci ma anche problemi posturali, di malocclusione dentaria, di stress, ecc.
Dr. Demetrio Romeo