Un parere sulla validità del cambio

Buonasera chiedo cortesemente un parere. La mia situazione è la seguente: donna di anni 51, di Bolzano, non vedente dall'occhio destro dalla nascita (distinguo luce e ombre)mentre il sinistro ha una miopia di -7decimi.(corretta a 10 con lenti a contatto o occhiali) Da circa 10 anni soffro di glaucoma (ereditato da mamma?) corretto con successo tramite terapia farmacologica: Vistagan monodose mattina e sera + Lumigan sera. Il 30 novembre però in occasione del controllo periodico (misurazione tono) i valori riscontrati sono risultati alti cioè 22 mmHg in entrambi gli occhi, mentre i valori del campo visivo sono risultati: MD +1.09 dB - PSO 1.59 dB;
il 1 dicembre ho eseguito la curva tonometrica e i valori sono stati i seguenti:
h 8.45 od 22 os 22
h 12.20 od 20 os 22
h 16.20 od 19 os 20
h 18.50 od 17 os 19
( i valori della pachimetria, eseguita nel marzo 2009, sono: od 533 e os 516).
In conseguenza di ciò l'oculista che mi segue, da giovedì 2 dicembre mi ha cambiato terapia prescrivendomi Cosopt mattina e sera + Saflutan monodose sera, prospettandomi un eventuale futuro possibile intervento chirurgico. Lunedì 06 dicembre ho eseguito un'ulteriore misurazione della IOP che ha dato ancora 20 mmHg in entrambi gli occhi.
E' forse troppo presto affinchè la nuova terapia faccia effetto?
Chiedo anche un parere sulla validità del cambio di terapia e se un eventuale intervento chirurgico può invece risultare pericoloso nel mio caso e/o risolutivo del mio problema.(sono molto preoccupata vista la mia situazione generale!) Infine chiedo un consiglio riguardo i migliori centri e relativi medici specialisti che curano questa patologia possibilmente nel nord Italia, ma anche no…
Ringraziando in anticipo per la risposta, porgo distinti saluti.
[#1]
Dr. Enrico Rotondo Oculista 3,4k 82 3
Buonasera gentile Signora, credo che sia giusto il cambio di terapia consigliatole e condivido anche la scelta dei farmaci, effettivamente è un po presto per verificare l'effetto della terapia, aspetti ancora qualche settimana, la decisione riguardo ad un possibile intervento chirurgico va valutata insieme al suo oculista ed in conseguenza di eventuali scompensi pressori e progressione del danno campimetrico, attenda ancora e ci faccia sapere,

la saluto cordialmente

Dr. Enrico Rotondo
Responsabile Day Service Chirurgico - PTA di Gagliano del Capo (LE)
https://www.medicitalia.it/enricorotondo/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dottore, La ringrazio per la Sua così celere risposta, ma Le chiedo ancora un consiglio riguardo ad un buon centro riconosciuto e relativo medico specialista, che tratta questa patologia. Non che non mi fidi dell'oculista che mi segue, ma, in prospettiva, potrei desiderare un ulteriore autorevole parere riguardo la mia situazione.
Rispetto ai dati che Le ho indicato, secondo Lei, allo stato, la situazione è molto preoccupante??
La ringrazio nuovamente con cordiali saluti
[#3]
Dr. Enrico Rotondo Oculista 3,4k 82 3
Prof. Gandolfi a Parma, Prof. Brusini a Udine, Prof. Miglior a Milano, Prof. Quaranta a Brescia, questi alcuni dei massimi esperti al nord.
Non credo che il suo caso sia particolarmente grave. In bocca al lupo!!
Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentile Professore,
ieri a poco meno di un mese dall'inizio della nuova terapia (Cosopt + Saflutan)ho effettuato un nuovo controllo della IOP con il seguente esito:
od (vedente solo luce/ombra):19 mmHg
os miope: 17 mmHg
Non riuscendo a confrontarmi con l'oculista che mi segue, perchè in ferie, mi permetto gentilmente di chiedere nuovamente a Lei un parere: questa nuova terapia sta avendo una certa efficacia o, considerati i valori al limite della norma, l'esito è insoddisfacente? In tal caso cosa mi consiglierebbe di fare?
La ringrazio nuovamente per la Sua gentilezza e colgo l'occasione per inviarLe molti auguri per le prossime festività!

[#5]
Dr. Enrico Rotondo Oculista 3,4k 82 3
Buonasera, mi pare che con il cosopt vada bene, la IOP sembra sotto controllo.

cordialità ed Auguri
[#6]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore,
a distanza di cinque mesi riscrivo, perchè la situazione si è aggravata e purtroppo a metà giugno mi dovrò sottoporre all'intervento di trabeculectomia all'occhio destro (la IOP pur con la terapia è salita a 30 mmHg)
Sono molto preoccupata e impaurita, avendo letto ed essendomi documentata circa tutte le possibili complicanze legate a questo intevento,ma un aspetto che non ho mai trovato specificato e che però ricopre un elemento psicologicamente importante è quello estetico: si possono subire danni/cambiamenti estetici permanenti all'occhio?
Verrò operata a Verona dal Prof. Marchini.
Ringrazio molto per la risposta e invio cordiali saluti
[#7]
Dr. Enrico Rotondo Oculista 3,4k 82 3
Buonasera, ottima la scelta del chirurgo, l'intervento di trabeculectomia non produce modificazioni estetiche visibili, a parte la normale congestione oculare nell'immediato post operatorio, si tranquillizzi ed in bocca al lupo!!

cordialmente
[#8]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio infinitamente per la Sua gentilezza e celerità nel rispondermi e naturalmente.. "crepi il lupo"!!!
Le auguro una buona serata
[#9]
Dr. Enrico Rotondo Oculista 3,4k 82 3
Mi faccia sapere

:-))

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test