Utente 936XXX
Dopo circa 5 mesi dall'ultima visita oculista sono finalmente riuscito a farmi visitare da uno dei più stimati oculisti della mia città (ha anche operato mio padre di cataratta). La visita aveva come scopo soprattutto lo stabilire se per i miei occhi sia possibile effettuare un intervento di chirurgia refrattiva per il recupero della vista.

Questi sono i risultati che ho ottenuto:

ANAMNESI GENERALE
Npdn

ANAMNESI OCULARE
Porta abitualmente LAC

MOTIVO VISITA
Valutazione int. refrattivo

REFRAZIONE OGGETTIVA
Occhio destro: sfera -4,25 cilindro -0,50 asse 75°
Occhio sinistro: sfera -4,50 cilindro -0,50 asse120°

REFRAZIONE SOGGETTIVA
Lontano occhio destro: visus 10/10 sfera -5,00 cilindro -0,75 asse 75°
Lontano occhio sinistro: visus 10/10 sfera 5,25 cilindro -0,50 asse 120°
Occhio sinistro: sfera -5,00

TONOMETRIA
Occhio destro: 18 mmHg
Pachimetria occhio destro: 603 µ
Occhio sinistro: 18 mmHg
Pachimetria occhio sinistro: 585 µ

ORTOTTICA
Occhio destro : C.T. c.l. per vic. eso+12fr. per lont. ortofr. s.l. per vic. exo-16fr. Conv. buona. M.O. normale. Stereopsi presente. H.F. per vic. b.e. 30. b.i. 10. Senso cromatico nei limiti

ANNESSI OCULARI
Occhio destro: nei limiti
Occhio sinistro: nei limiti

SEGMENTO ANTERIORE
Occhio destro: nei limiti
Occhio sinistro: nei limiti

SEGMENTO POSTERIORE
Occhio destro: (m) papilla del nervos ottico, albero vascolare e tessuto retinico nei limiti
Occhio sinistro: (m) idem controlaterale

ESAMI PROPOSTI/EFFETTUATI
Microscopia endoteliale
OPD
Pachi centr.

DIAGNOSI SINTETICA
OO astigmatismomiopico composto con importante pupilla fotopica

NOTE
Fattibile intervento refrattivo previa ripetizione di topografia dopo opportuno riposo da LAC spiegando che la qualità del visus non sarà mai perfetta per sua midriasi basale.

L'oculista mi ha spiegato che la mia pupilla negli ambienti bui si dilata più di quanto dovrebbe ed è proprio per questo motivo che la sera (sia con occhiali che con LAC) vedo comunque peggio che di giorno. Mi ha anche detto che l'intervento è fattibile ma io ho paura che questo "problema" della pupilla possa portarmi ad avere grosse difficoltà durante le ore notturne. Ho letto di persone operate e aventi il problema alla pupilla che di notte vedono malissimo le luci, vedono aloni e via discorrendo.

Per quanto mi voglia liberare degli occhiali e delle LAC vorrei avere un vostro parere sul fare l'intervento oppure no. Questa cosa della pupilla non mi era stata minimamente accennata nella prima visita che ho effettuato 4 mesi fa. Quali sono i rischi connessi al fare l'intervento con una pupilla come la mia? Tra l'altro ho scoperto proprio durante questa visita di essere anche astigmatico, ma com'è possibile? Nella visita di 4 mesi fa l'altro oculista non mi aveva minimamente accennato all'astigmatismo (ho riportato anche in quel caso tutti i risultati di quella visita in un altro consulto richiesto qui).

Vi ringrazio anticipatamente per le risposte.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
esegua intervento
mi pare proprio sia in OTTIME mani
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#2] dopo  
Utente 936XXX

Dottore sul fatto di essere in ottime mani non avevo il minimo dubbio: l'oculista a cui mi sono rivolto è certamente uno dei più rinomati e stimati della mia città.

Voglio solo capire più a fondo il problema di cosa succederebbe nelle ore notturne se facessi l'intervento avendo una midriasi basale come la mia.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
il suo medico oculista troverà la soluzione per i suoi occhi e per la sua pupilla
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333