Utente 703XXX
Salve, sono una donna di quasi 50 anni, da sempre miope,ed astigmtica. Nel 2010 sono stata operata ad entrambi gli occhi di cataratta con inserimento cristallino con correzione per la miopia. Purtroppo da allora si è accentuato il distacco del vitreo che ora è parziale nel od e totale nel os con notevole fastidio nella visione. L'ultima recente visita con fondo oculare e otc hanno dato questi esiti:OTC 6/2012 OO retinociodosi miopica di grado moderato. Fondus OO retina in piano, atrofia peripapillare, e disomogenità vitreali marcate. Ora mi chiedo se non c'è nulla che si può fare a parte la vitreoctomia ( da molti medici sconsigliatami) per vedere meglio, se sono a rischio del distacco retina, ed eventualmente quali accorgimenti adottare calcolando che faccio un lavoro piuttosto pesante. I vari occulisti sono poi discordanti sull uso di integratori per aiutare il vitreo, c'è chi mi ha detto di prenderli e chi ritiene che non servano a nulla. Bevo già parecchio almeno due litri di acqua al giorno,. la visione dall'occhio sinistro è per me molto fastidiosa, come ( parole dell'ultima dottoressa) se avessi una fitta ragnatela davanti alla pupilla.....mi potreste dare qualche consiglo su cosa fare e dove rivolgermi calcolando che abito a Milano. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
mia cara amica
lei ha quello che hanno tutti i miopi elevati della sua , nostra età.
mi pare conveniente bere acqua, mangiare frutta e verdura fresche in buona quantità ed assumere vitamina A ed E a dosaggi validi.
Non le consiglio una vitrectomia , non ne vedo utilità ed indicazione.
a presto
SUO DOC
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333