Utente 255XXX
Gentili dottori,
vi scrivo per avere un parere in merito a un fastidio che avverto agli occhi da qualche giorno, all'incirca 4-5, e che consiste in un lieve prurito (molto sopportabile, devo dire, che non mi stimola nemmeno a tal punto a strofinarmi gli occhi) e un lieve arrossamento soprattutto all'occhio destro e, a volte, non sempre (e in forma ancora più lieve), al sinistro. Mi capita in pochissimi momenti della giornata (1-2 volte al giorno, senza una regola precisa: può capitare che il fastidio sopraggiunga mentre studio, o mentre sto al pc, o anche semplicemente mentre passeggio... quindi non necessariamente attività stancanti per gli occhi); peraltro, trattasi di fastidi piuttosto brevi: il pizzichio scompare nel giro di non molto tempo, mentre il rossore si attenua pian piano, fino a scomparire del tutto, o quasi. Qualche mattina (non ogni mattina) è capitato di svegliarmi con sensazione di appiccicoso e di granuli presso il condotto lacrimale, ma lavando la faccia, questa sensazione va via subito e non ricompare più per tutta la giornata. Ho qualche starnuto sospetto, senza che io sia minimamente raffreddata (ma capita molto raramente, nè tutti i giorni, nè frequentemente durante una giornata). Non ho usato nessun farmaco, nè colliri vari per placare questi disturbi giacchè non prendo nulla senza prescrizione medica; il mio medico curante è in ferie e non mi sono sentita di andare dal suo sostituto perchè vedo che si tratta di disturbi molto rari e passeggeri, che però persistono da qualche giorno. Voi di cosa crediate possa trattarsi? Non ho gonfiore alle palpebre, nè lacrimazione, nè bruciore... lo scorso anno, su per giù in questo periodo, ho avuto un episodio di congiuntivite, ma con sintomi decisamente molto più fastidiosi e amplificati rispetto a ora (sensazione costante di appiccicoso e di granuli, rossore, prurito fortissimo). Che anche adesso trattasi di congiuntivite, in forma molto lieve? In attesa che il mio medico ritorni dalle ferie, mi rivolgo a voi per un semplice parere e, in attesa di una vostra risposta, vi porgo cordiali saluti e vi ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Carlo Orione

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
NIZZA MONFERRATO (AT)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Cara ragazza,
potrebbe trattarsi di una congiuntivite allergica, ma il suo medico di famiglia non ha ne le competenze ne l'attrezzatura per poterla diagnosticare.
Le consiglio di rivolgersi ad un medico oculista.

Cordiali saluti
Carlo Orione, MD
carlo.orione@orioneye.com
www.orioneye.com

[#2] dopo  
Utente 255XXX

Grazie, gentilissimo. Ma allora, forse, il fatto che ho avuto un episodio di congiuntivite, seppur ben più pesante, l'anno scorso in questo periodo, è da reputarsi non come una semplice coincidenza? Ora che ci penso, l'anno scorso (mi sono rivolta al mio medico curante, il quale mi prescrisse una cura: una sorta di collirio, ma non ne ricordo il nome), al termine della cura, la congiuntivite (che era scomparsa dopo qualche giorno di cura) ricomparve e dovetti continuare la cura per qualche altro giorno. Forse non era una normale congiuntivite e magari non andava curata in quel modo...
Se posso chiederle, una congiuntivite può anche manifestarsi solo in un periodo dell'anno, in cui peraltro (penso) non ci siano particolari fioriture?
Comunque, seguirò il suo consiglio di rivolgermi a uno specialista. La ringrazio nuovamente.

[#3] dopo  
Dr. Carlo Orione

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
NIZZA MONFERRATO (AT)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Le congiuntiviti allergiche possono essere stagionali oppure dovute ad un allergene particolare.

Si rivolga sempre ad un medico oculista quando ha problemi oculari.
A volte un medico generico può prescrivere anche un collirio che può migliorare i sintomi, ma senza una visita con le giuste apparecchiature e la giusta competenza, può sbagliare sia nel tipo di farmaco che nella corretta posologia, rendendo la patologia ancora più aggressiva.

Cordialmente
Carlo Orione, MD
carlo.orione@orioneye.com
www.orioneye.com