Utente 270XXX
Buonasera a tutti, mi presento.
Mi chiamo Simone, 25 anni e sono qui per avere un Vostro parere.
Premetto che è anni e anni che ho scoperto d'avere il glaucoma e che lo curo con goccie che di tanto in tanto cambio (ora sono con il duotrav...)

Circa 3 mesi fa mi accadde un fatto strano: una notte mi svegliai con una fitta di dolore intenso all'occhio destro...occhio che lacrimava a non finire e dolore.
Il mattino dopo mi accorsi che non vedevo molto bene (sono lievemente miope...ma quel giorno vedevo ancora meno...) andai al pronto soccorso per sicurezza i quali mi dissero "hai una bella ferita....forse è a causa delle lenti a contatto.....forse eh...."
Io, un po' perplesso, prendetti la "diagnosi" per buona e iniziai a curarmi la ferita eliminando le lenti per un mese e mezzo e usando l'exocin per curarmi.

Tutto passò....capitò nuovamente la fitta all'occhio circa un mese fa ma non successe niente...

E' capitato nuovamente 10 giorni fa tale faccenda notturna:lieve calo della vista...quasi impercepibile.
Decisi così, 10 giorni fa, di non usare le lenti per un po'...ma questa notte si è ripetuto:
Fitta di dolore all'occhio destro, lacrime, luce che da fastidio...

Mi sveglio questa mattina e noto questa volta un buon calo della vista, tant'è che domani tornerò in pronto soccorso per accertamenti a questo punto

Domando ora però: cosa potrebbe essere tutto questo?
Essendo che è 10 giorni che non porto lenti a contatto (ho sempre usato quelle giornaliere comunque, ergo uso un giorno e getto....) non penso sia riconducibile alle lenti questa volta....

Potrebbe essere ricollegabile al glaucoma il tutto?Che altro potrebbe essere altrimenti?
E' venuto fuori per caso ultimamente una cura definitiva per tale malattia?

Vi ringrazio per eventuali risposte
Simone

[#1] dopo  
Dr. Antonio Pascotto

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2001
Prenota una visita specialistica
Gentile Simone,

E' probabile che i Suoi disturbi dipendano da una relativa "secchezza oculare notturna", che è indipendente da glaucoma. Se gli occhi si seccano, si creano delle microabrasioni corneali che creano forti fitte dolorose e conseguente aumento della lacrimazione e calo del visus.

La "cura definitiva" per il glaucoma è quella chirurgica, ma generalmente si preferisce usare la semplice somministrazione quotidiana delle "goccine", ritenuta più sicura.

Buona giornata!
Dottor Antonio Pascotto
Tel. 081 554 2792
www.oculisticapascotto.it