Utente 967XXX
Buongiorno,
se possibile vorrei sapere la vostra opinione in merito alla mia situazione, all'età di 2 anni ho subito una caduta che di conseguenza mi ha provocato lo strabismo all'occhio sx convergente, da allora ho sempre portato gli occhiali (e lenti semi rigide, sporadicamente) per correggere tale difetto e devo dire che lo strabismo quasi non si nota. L'occhio in cui vedo meno è proprio quello di sx e mi viene naturale sia con gli occhiali e non, guardare con quello di dx, ma se dovessi guardare con il sx (senza occhiali) si storta quello di dx.
Mi mancano od: sf +3.50, cil +0.50, asse 80 sx: sf +2.50, cil +1.25, asse 95
Il mio oculista mi ha consigliato di aspettare che mi venga anche la presbiopia per eseguire l'operazione, e mi andrebbe a operare l'ipermetropia e l'astigmatismo e di conseguenza lo strabismo dovrebbe andare a posto da solo correggendo le prime due. Con l'intervento a laser ad eccimetri, andrei a risolvere del tutto il mio difetto senza alcuna complicazione e se no quali complicazioni potrebbero esserci? Ci sono metodi più all'avanguardia ed efficaci? Dove potrei recarmi per fare questa operazione? Cosa mi consigliereste?
Vi ringrazio anticipatamente per la vostra risposta. Distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Antonio Pascotto

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2001
Prenota una visita specialistica
"Il mio oculista mi ha consigliato di aspettare che mi venga anche la presbiopia per eseguire l'operazione, e mi andrebbe a operare l'ipermetropia e l'astigmatismo e di conseguenza lo strabismo dovrebbe andare a posto da solo correggendo le prime due. Con l'intervento a laser ad eccimeri, andrei a risolvere del tutto il mio difetto senza alcuna complicazione e se no quali complicazioni potrebbero esserci?"

R - L'intervento, in effetti, si propone di correggere tutto senza complicazioni. In medicina non siamo in grado di dare "garanzie" ma, se Lei è idoneo al trattamento, i rischi di eventi avversi sono davvero minimi e, il più delle volte, non comportano conseguenze gravi. Non mi è chiaro, però, perché si debba aspettare che arrivi la presbiopia.

"Ci sono metodi più all'avanguardia ed efficaci?"

R - Il Suo oculista saprà scegliere la soluzione più adeguata per Lei. Attualmente, per la cura dell'ipermetropia, i metodi più efficaci si basano sull'utilizzo del laser ad eccimeri e del FemtoLaser (tecnica FemtoLasik) ma, in alcuni casi, si può anche optare per la sostituzione del cristallino, per l'impianto di lenti fachiche e, in caso di persbiopia, per la tecnica Supracor.

"Dove potrei recarmi per fare questa operazione?"

R - Nella Sua Milano, può recarsi da Luigi Marino, un validissimo riferimento.

"Cosa mi consigliereste?"

R - Deve sottoporsi a specifici esami strumentali. Se idoneo, Le consiglierei la tecnica FemtoLasik.

In bocca al lupo!
Dottor Antonio Pascotto
Tel. 081 554 2792
www.oculisticapascotto.it