Utente 240XXX
Salve,
vorrei avere qualche chiarimento sulle lenti ortocheratologiche. Vedo che gran parte degli oculisti le sconsigliano (o comunque non si sentono di consigliarle) e non capisco i motivi, visto che a sentire chi le propone, le controindicazioni sono le medesime delle "comuni" lenti a contatto. È solo una questione di andare sul sicuro - e le comuni lenti a contatto sono più usate e testate - o ci sono dei dati reali, magari accessibili da chiunque, che sono inconfutabili?
Nel mio caso specifico sono miope (1.50 su un occhio, 1.25 sull'altro e astigmatico a 0.25 su un solo occhio).

Grazie in anticipo per i chiarimenti.

[#1] dopo  
Dr. Ferdinando Munno

28% attività
20% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
Semplicemente le sconsigliamo perchè non esistono evidenze scientifiche sul loro reale utilizzo. chi ne parla si basa su articoli pubblicati su riviste che non hanno un "impact factor" elevato (è un metro di paragone universale per valutare l'effettiva validità di uno studio). dunque siccome dobbiamo basarci sulla medicina basata sull'evidenza e le prove scientifiche, meglio utilizzare lentine a contatto che sono comunemente utilizzate in commercio, preferibilmente giornaliere usa e getta.
a limite al completamento e stabilità della miopia si può pensare ad un trattamento laser risolutorio e definitivo. sul quale peraltro esistono migliaia di studi convalidati dalla comunità scientifica.
Dr. Ferdinando Munno - Medico Chirurgo
Specialista in Oftalmologia
www.studiocarbonemunno.it