Utente 418XXX

Salve dottori,
Vorrei, approfittando della vostra pazienza e della vostra disponibilità, farvi alcune domande in merito all'accomodazione.

Sono un soggetto miope da circa due anni e in due anni ho perso due diottrie da entrambi gli occhi,; l'oculista mi disse che si tratta di miopia accomodativa, tipica degli studenti.

Vorrei sapere:
1) l'occhio accomoda guardando oggetti vicini, dunque quanto più l'oggetto è lontano tanto meno entra in gioco l'accomodazione e i muscoli ciliari sono rilassati?

2) quando gli occhi sono chiusi, l'accomodazione è pari a zero?

geazie della vostra attenzione

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Amerio

32% attività
4% attualità
8% socialità
RIVOLI (TO)
ORBASSANO (TO)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Gent.mo,
l'accomodazione ha un ruolo prevalente nella visione per vicino, risultando trascurabile oltre i 2-3 metri. Questo non vale negli ipermetropi non corretti, dove viene sollecitata anche da lontano. La situazione opposta si verifica nei miopi, che (senza correzione!) da vicino la sollecitano molto meno o per nulla.
L'accomodazione è stimolata dal mettere a fuoco gli oggetti: con occhi chiusi non entra in funzione.
Dr. Giovanni Amerio
www.studiooculistico.net