Utente 488XXX
Buongiorno,

cercherò di spiegarle la mia situazione nel modo più chiaro possibile.
Mi chiamo Michele ho 40 anni, stato di salute generalmente buono,
pratico con costanza attività sportive, moderato fumatore.

Il motivo di questa lettera è identificabile in un disturbo, di cui non ho ricevuto
ancora alcuna risposta, che manifestò il suo primo caso tra 1996 e il 1997.

Il disturbo in questione, nei primi anni della sua comparsa, si presentava o durante
la fase dell addormentamento o durante la fase del risveglio e consisteva in una sorta
di "flash,lampi,scosse" alla vista della durata di 10-20 secondi (ancora oggi faccio fatica a descrivere questo disturbo).

Per diversi anni ho convissuto senza problemi con questa cosa che si presentava
con frequenza variabile....poi ho deciso di approfondire la questione.

Tale fastidio, negli anni, ha iniziato a manifestarsi anche in forte condizioni di stress personale e lavorativo.

Deciso ad avere una risposta, nel corsodi tutti questi anni, ho esegutio diverse visite:
Oculistiche, Neurologiche (più di un consulto), elettrocardiogramma, elettroencefalogramma, Campo visivo, PEV, RM celebrale e cervicale.

Tutto, sempre, negativo.

Ho avviato anche un percorso di tipo psicologico perchè il disturbo si presentava anche in forti condizioni di ansia.

Sono convinto, visto il decorso del tutto, che in parte sia psico somatico ma che, in parte, sia anche di natura organica.
Il sintomo, quando è nella sua fase di insorgenza, è simile alla sensazione che si ha quando si fissa un oggetto o quando si conclude uno sforzo fisico intenso. In tutti questi anni non è peggiorato....sono solo un po' stanco e ancora deciso a capire di cosa può trattarsi...per certi versi
è ormai parte di me.

Attendo Vs gentile parere.

Grazie

Michele

[#1] dopo  
Dr. Enzo D'Ambrosio

36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Buongiorno,

Da come lo descrive sembrerebbero episodi di scotomi scintillanti, associati o meno a emicrania oftalmica. La gestione dipende molto dal numero i episodi e dalla frequenza. I nuovi endocannabinoidi hanno buoni risultati.
Lei comprende che un consulto online può essere solo indicativo non diagnostico e che pertanto le sue domande non possono che trovare risposta solamente dopo che uno Specialista l'abbia attentamente ascoltata e visitata. Se successivamente necessita di chiarimenti saremo a disposizione.

Mi faccia sapere eventuali novità.

Cordiali Saluti
Dr. Enzo D'Ambrosio - Centro Mediterraneo Uveiti
Centro Oftalmico D'Ambrosio - Taranto
www.centroftalmicodambrosio.eu - cercaci su Fb!

[#2] dopo  
Utente 488XXX

Buona sera Dottore,
la ringrazio per la risposta. Le chiederei, quindi, a quale specialista dovrei rivolgermi. I vari neurologi parlavano di possibile compressione cervicale da tensione. Questo può cusare dei vasispasmi? Potrebbe essere un'ipotesi verosimile considerando che, a volte, ho dei fastidi seguito sedute in palestra con i pesi? Grazie ancora.
Michele

[#3] dopo  
Dr. Enzo D'Ambrosio

36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
normalmente la gestione è del centro cefalee, ovvero dei neurologi.
Dr. Enzo D'Ambrosio - Centro Mediterraneo Uveiti
Centro Oftalmico D'Ambrosio - Taranto
www.centroftalmicodambrosio.eu - cercaci su Fb!