Utente 486XXX
Gentili dottori,
da circa tre mesi, dopo una serie di raffredori invernali, ho cominciato a soffrire di qualche leggero giramento di testa e stanchezza. Mi è stata riscontrata l'ipertensione lieve/moderata con la prevalenza diastolica (holter pressorio) e mi è stato prescrito Triatec 5mg diviso in due dosi da 2,5 la mattina e sera. Da quando ho cominciato ad assumere Triatec la prima settimana ho cominciato a sentirmi svenire se mi alzavo al improviso o abassavo. Medico di base mi ha spiegato che ci vorrà tempo per abituarsi al medicinale. Risultati del sangue erano nella norma a parte vitamina D che aveva valore 10.
Dopo un' po', mi sentivo quasi tornata in normalità a parte extrasistole cardiache che sentivo spesso (ecocolordoppler normale). Dopo un periodo di stress ho cominciato di nuovo ad acusare i senso di svenimento con i cambi posturali e lieve senso di perdità di equilibrio specialmente la mattina combinati con elevato battito cardiaco e stanchezza. La pressione comunque risultava nella norma. Sospettando che Triatec potrebbe causare questi sintomi ho smesso di prenderlo di mia spontanea volontà con miglioramento della stanchezza e senso di svenimento è quasi passato. Pressione comunque anche senza Triatec risulta nella norma, monitorata più volte al giorno. Medico di base mi ha prescritto una visita neurologica per questi giramenti di testa.
Durante la visita neurologica il medico non ha riscontratto niente a parte netta prevalenza ROT a dx. Mi ha chiesto se soffrivo di emicranie. Ho risposto che da adolescente soffrivo di episodi di emicrania con aura ed emicrania normale accompagnata con la nausea e che da circa 8 anni ho scotomi scintilanti nel campo visivo che vanno e vengono ma senza emicranie. Per questo problema oculistico ho fatto numerose visite oculistiche che non hanno riscontrato nessun problema patologico (nervo ottico normale, rettina normale, pressione normale). Neurologo mi ha prescritto un RM del encefalo e del tronco encefalo con e senza mdc. Ho appuntamento a metà maggio.
Premesso che sono estremamente ansiosa e ipocondriaca temo che si possa trattare di una cosa grave non riesco proprio a calmarmi per questa riscontrata prevalenza ROT a dx. Cosa potrebbe indicare questa anomalia? Dovrei prepararmi per una cosa grave?

Grazie in anticipo.
Cordialità

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

certamente è indicata la RM prescritta dal neurologo che personalmente estenderei anche alla colonna cervicale per valutare anche questo tratto della colonna vertebrale.
L'esame all'encefalo è indicato anche per approfondire l'emicrania con aura e le aure senza emicrania.
Per quanto riguarda la prevalenza dei ROT, ci sono soggetti che, ovviamente dopo gli opportuni approfondimenti diagnostici, sono perfettamente normali.
Stia quindi serena ed effettui senza ansia la RM.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 486XXX

Gentilissimo Dott. Ferraloro,
la ringrazio tantissimo per la sua celere risposta. Ho cominciato a leggere che la ipotensione posturale potrebbe essere un sintomo legato alle problematiche neurologiche molto gravi. Secondo Lei potrebbe dipendere anche dai problemi al collo visto che ho cifosi e scoliosi e non ho una buona postura? La stessa problematica al collo potrebbe spiegare anche ROT prevalenti a destra?

Cordiali saluti,

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'ipotensione posturale può essere anche primaria, cioè non associata ad altre condizioni patologiche.
Escluderei che la prevalenza dei ROT in un emilato sia causata da problematiche scoliotiche o posturali.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro