x

x

Congiuntivite superiore limbica di theodore

da tre anni circa soffro di ricorrenti congiuntiviti avvolte complicate da cheratiti. Colliri antibiotici e varie indagini, compreso il test per la secchezza oculare, non hanno dato esiti definitivi.Ultimamente uno specialista mi ha diagnosticato una congiuntivite superiore limbica di Theodore e sono stata trattata con "toccature" al nitrato d'argento, ma il sollievo è stato temporaneo e dopo circa 20 giorni sono ritornati i sintomi. bruciore, arrossamento intenso,secrezione, sensazione di sabbia, tutti i sintomi sono più intensi all'occhio sx rispetto al dx. sono in trattamento per tiroidite con eutirox 50 e 75 a giorni alterni.
[#1]
Dr. Giulio Bamonte Oculista 427 25 4
Gentile Utente,
non e'chiara quale sia la sua domanda onestamente.
rimango a dispozione,
Cordiali saluti,

Dr. Giulio Bamonte.
Oculistica, Retina, Cataratta, Glaucoma
www.giuliobamonte.it

[#2]
Attivo dal 2007 al 2010
Oculista
Carissima.
la CLSK o CHERATOCONGIUNTIVITE LIMBICA SUPERIORE DI THEODORE,è una classica alterazione iperemico distrofica della regione cheratocongiuntivale superiore ,con alterazioni tipiche dell'epielio corneale iuxta-paralimbare!
E' presente spesso anche in alterarazioni da malmanage contattologico e nei distiroidismi.
Nei distiroidismi infatti esiste spesso una maggiore esposizione della regione di specie(ovvero la limbare superiore)con la classica sintomatologia palpebrale!
Il coinvolgimento palpebrale infatti si presenta con il segno di Dalrymple, cioè una retrazione palpebrale superiore e/o inferiore, e con edema ed ispessimento. La retrazione palpebrale è una frequente manifestazione dell'oftalmopatia e determina aumento dell'ampiezza della fessura palpebrale, diminuzione della frequenza dell'ammiccamento (segno di Stellwag) e il segno di von Graefes (la palpebra superiore non segue il globo oculare nello sguardo verso il basso). Le cause che portano a tale quadro non sono perfettamente chiarite, probabilmente per la palpebra superiore vi è una iperfunzione del muscolo del Muller (muscolo che contribuisce a "sollevare" la palpebra) dovuta probabilmente ad un'iperstimolazione del simpatico (una componente del Sistema Nervoso Autonomo), insieme ad un'iperfunzione dei muscoli retto superiore e dell'elevatore palpebrale come conseguenza della fibrosi del muscolo retto inferiore.( Per la palpebra inferiore, invece, sembra più la fibrosi reattiva all'infiammazione che esercita una trazione maggiore sulla palpebra )
Il tutto porta spesso ad una sofferenza iperemico-distrofica della regione iuxta-paralimbare superiore,che è una delle accezioni etiopatogenetiche descritte da Theodore!!
Un caro saluto
[#3]
dopo
Utente
Utente
Ringrazio i medici che hanno voluto rispondere e, come il dott. Bamonte mi ha fatto notare manca una specifica domanda da parte mia.Come posso risolvere il mio problema? continuo ad usare lacrime artificiali e Voltaren collirio quando avverto dolore. C'è altro che posso fare? Vi ringrazio

La congiuntivite: quali sono le cause (batterica, virale o allergica) e i sintomi più comuni (occhi rossi, prurito, gonfiore). Come riconoscerla e come si cura.

Leggi tutto

Conosci l' endometriosi? Scoprilo con il nostro test