Utente 841XXX
Gentili dottori,
ormai 2 mesi fa mi è stato devitalizzato un dente (secondo molare).

Alcuni giorni dopo l'intervento ho iniziato a sentire dolore alla pressione sia laterale che superiore. Il dottore mi ha fatto una rx per verificare che non ci fossero né fratture né granulomi e tutto era a posto. Ha scelto dunque di "limare" leggermente il dente e il dolore è passato.

Lo stesso dolore si è ripresentato dopo un intervento per il perno in fibra, fallito a causa del retrostante dente del giudizio che dovrà essere estratto prima di procedere. Il dolore però in questo caso è passato spontaneamente dopo alcuni giorni.

Ora, da tre-quattro giorni, si è ripresentato per la terza volta e in modo più forte, specialmente durante la notte. Questa volta però il dolore non si manifesta solo alla pressione del dente ma anche quando il dente non è soggetto ad alcuno stimolo, e si irradia fino a darmi un forte mal di testa notturno che si risolve in poche ore al risveglio. Persiste invece per tutto il giorno il dolore alla pressione e mi rende difficile la masticazione.

E' normale o allarmante che a così tante settimane dalla devitalizzazione si presentino ancora questi sintomi? Grazie.






[#1]  
Dr. Giovanni Auletta

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente dopo la devitalizzazione ci possono essere postumi dolorosi,ma questi sono normli solo per qualche giorno.Il persistere di una sintomatologia del genere a 2 mesi di distanza è sintomo di che qualcosa non va.
Non è chiaro dalla sua descrizione se il dente del giudizio è statto estratto.
La risposta ha il solo scopo informativo.
http://studiodentisticoauletta.it
Dr.Giovanni Auletta

[#2] dopo  
Utente 841XXX

Gentile dottore,
la ringrazio per la risposta. Il dente del giudizio deve essere ancora estratto.
E' stato necessario effettuare una TAC Dentalscan per valutare la vicinanza al nervo, TAC che purtroppo ha evidenziato la possibilità di ipoestesia a seguito dell'estrazione.

Questo dente del giudizio preme sull'antistante molare devitalizzato, tanto che è stato impossibile mettere il perno in fibra perché un "anellino" metallico (mi scuso per il gergo non specialstico...) non scendeva, bloccato dal terzo molare.

[#3]  
Dr. Orazio Ischia

32% attività
0% attualità
16% socialità
LIPARI (ME)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile paziente capisco il problema relativo alla matrice,anellino metallico,però non comprendo perchè la tc ha evidenziato una ipoestesia,questa è una diagnosi clinica.La situazione che lei descrive non è chiara inoltre perchè la linearità degli eventi non è in linea con il corretto modo di procedere.Cordiali saluti
Dr. orazio ischia odontoiatra
perfezionato in chirurgia orale,implantare,parodontale ,endodonzia,protesi,medicina orale, in odontologia forense,

[#4] dopo  
Utente 841XXX

Gentile dottore,

la possibilità di ipoestesia da 1 a 3 settimane mi è stata profilata dal medico dopo aver visionato la Tac Dentalscan. Egli ha comunque consigliato di procedere con l'intervento dato che il dente del giudizio è anche cariato e in disontosiasi.

La successione degli eventi è stata la seguente:

1) Devitalizzazione del secondo molare cariato
2) Contestuale prescrizione di una RX panoramica per procedere all'estrazione del dente del giudizio retrostante il secondo molare devitalizzato
3) RX panoramica giudicata insufficiente per valutare la vicinanza del terzo molare e dunque prescrizione di un TAC Dentalscan
4) Inizio della ricostruzione del secondo molare devitalizzato, fallita a causa dell'impossibilità di posizionare il perno in fibra e rimandata a dopo l'estrazione del dente del giudizio
5) Presentazione della TAC Dentalscan al medico e appuntamento fissato per l'estrazione del terzo molare, con rischio di ipoestesia.



[#5]  
Dr. Orazio Ischia

32% attività
0% attualità
16% socialità
LIPARI (ME)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Bene adesso è più chiaro ,ed il tutto appare lineare.Il dolore invece potrebbe significare che c'è qualcosa che non va bene nell'endodonzia,poichè questa non dovrebbe essere causa di problemi a due mesi di distanza dalla sua esecuzione.Attenzioni il fatto al suo curante prima di procedere all'intervento di exodontia del terzo molare.Cordiali saluti
Dr. orazio ischia odontoiatra
perfezionato in chirurgia orale,implantare,parodontale ,endodonzia,protesi,medicina orale, in odontologia forense,