Utente 170XXX
Salve,
circa 4 giorni fa, assieme ad un mal di testa, ho iniziato ad avere un dolore generico nella parte destra mandibilare che, con il passare del tempo, si è piano piano focalizzata in un solo dente: un molare in basso a destra, ormai dolente come lo sfioro appena!
Premetto che è la prima volta che soffro di mal di denti (anche se ho 42 anni) e che solo una volta (proprio in quel dente) almeno 4 anni fa mi è stata curata una minuscola carie.
Non mi sembra di vedere gonfiori o altro intorno al dente, ma il dolore sta diventando sempre più insopportabile.
Sto prendendo l'Aulin (unico rimedio per ora un pò efficace) ma dubito di poter andare avanti così.
Questa mattina sono andata di corsa alla guardia medica, ma si è limitata ad una puntura di antidolorifico rimandano ad una visita specialistica per lunedì... Niente visita, niente prescrizione.
In farmacia mi hanno anticipato che i rimendi antidolore possono bastare fino ad un certo punto, oltre potrebbero non aver epiù effetto. Reggerò fino a lunedì mattina? (Oggi è sabato)
Quali precauzioni posso prendere nel frattempo? antibiotico? Devo semplicemente aspettare e soffrire in silenzio??
Grazie per la risposta e il conforto :)

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Auletta

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente le informazioni cliniche che ci da sono davvero poche per esprimere un parere preciso.
L'unico dato più indicativo e quello:ormai dolente come lo sfioro appena!Questo è indice che il dente è dolente anche al contatto,sintomo presente quando c'è parodontite cronica apicale(INFEZIONE).
Questa può essere presente anche in assenza di gonfiore,che si può manifestare in fase successiva.
Prescrizioni attraverso questo mezzo non possiamo farle,ma cerchi nella sua città un presidio dove possano prescriverle una terapia adeguata.
La risposta ha il solo scopo informativo.
http://studiodentisticoauletta.it
Dr.Giovanni Auletta

[#2] dopo  
Dr. Nicola Di Fiore

24% attività
0% attualità
4% socialità
BATTIPAGLIA (SA)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2006
E' il caso che esegua anche un'ortopantomografia,ovvero una radiografia delle arcare dentarie superiori ed inferiori,per avere una visione dettagliata di eventuali problemi non obiettivabili con una semplice visita.Alla sua età questo esame va fatto pure per avere una valutazione morfologica dello stato della sua dentatura.
L'antibiotico va assunto,ma solo per evitare di estendere l'infezione ai tessuti molli e alle gengive.Sono da valutare comunque anche problemi all'articolazione temporomandibolare:in questo caso va fatta una teleradiografia del cranio in laterale e/o una tomografia a bocca aperta e chiusa dell'articolazione summensionata.
Nicola Di Fiore

[#3] dopo  
Utente 170XXX

Grazie per la risposta velocissima!!
Purtroppo, anzi per fortuna, non ho esperienze del genere essendo il mio "primo" mal di denti. La guardia medica non si è presa la responsabilità di prescrivere alcunché senza visita appronfondita che, ovviamente, non era in grado di effettuare.
Dopo mia richiesta a chi o dove rivolgermi, mi ha solo invitata ad aspettare la prossima settimana e recarmi da un dentista.
L'alternativa sarebbe forse il pronto soccorso, ma non credo che arrivino a fare tutti gli esami che mi avete indicato!
Mi consigliate di andarci comunque o di reggere un paio di giorni con terapia antidolorifica e rimandare ad un esperto quanto mi suggerite?

[#4] dopo  
Dr. Nicola Di Fiore

24% attività
0% attualità
4% socialità
BATTIPAGLIA (SA)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2006
Sono sicuro che il problema seppure si risolva momentaneamente,se non viene fatta una diagnosi precisa, si presenterà quando meno se l'aspetta.Proceda con la rovamicina due cpr al dì per sette giorni e provi le bustine di Oki quando il dolore è forte...ma attenta allo stomaco,troppi aninfiammatori potrebbero provocare epigastralgie anche con gravi conseguenza.L'alternativa è la tachipirina:è un farmaco che non danneggia lo stomaco.
Nicola Di Fiore

[#5] dopo  
Utente 170XXX

Quindi consiglia di procedere con terapia antibiotica senza prescrizione? E se si dovesse trattare di pulpite? (ipotesi avanzata dalla guardia medica) va bene lo stesso?
Per ora, da ieri sono passata a due compresse di Aulin al giorno...Avevo provato con tachipirina o efferalgan nei giorni precedenti ma senza ottenere alcun effetto di sollievo:(
Purtroppo abito in periferia e nel weekend mi ritrovo, come se non bastasse, ad essere sola a casa e senza mezzi, quindi mi devo accontentare di quello che ho in casa!!
Come rimedio casalingo leggero ho letto che si possono fare risciaqui di acqua e sale. Poi non so....
Diciamo che mi è capitato nel momento più sbagliato: sola, distante, weekend, fine agosto....!

[#6] dopo  
Dr. Nicola Di Fiore

24% attività
0% attualità
4% socialità
BATTIPAGLIA (SA)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2006
Capita sempre così,ma non si avvilisca,anche se fosse una pulpite l'unico rimedio sarebbe comunque l'antibioticoterapia per circoscrivere l’infezione,ma non riuscirebbe a guarirla.In effetti non avevo molta fiducia nel paracetamolo,ma se trova un dentista,anche poco attrezzato, penso che aprire la camera pulpale sia la migliore soluzione,il dolore si attenuerebbe d'incanto e si potrebbe procedere all'asportazione del tessuto infetto.Anche una radiografia endorale al dente interessato potrebbe aiutare nella diagnosi.
Nicola Di Fiore

[#7] dopo  
Utente 170XXX

Ho capito...certo che ho iniziato bene con i denti!! ora devo solo sperare di trovare un passaggio o qualcuno che riesca a procurarmi un antibiotico senza ricetta dal momento che il mio medico il sabato non c'è e la guardia medica non ha voluto prescriverlo!!
Grazie intanto dei consigli, vi aggiornerò della situazione appena sentirò un eventuale cambiamento.
Per ora sto meglio perchè sono sotto effetto della puntura (immagino di voltaren) per cui il dolore è presente solo se tocco il dente (cosa che cerco ovviamente di evitare!).
Non so però quanto durerà... :(