Utente
Gentili dottori,
circa 45 giorni fa il mio dentista mi ha praticato un'anestesia tronculare nell'arcata inferiore dx per curare una carie procedendo poi alla sostituzione di una vecchia amalgama. Da quel giorno ho cominciato ad avvertire i seguenti sintomi:
-leggera parestesia della metà dx della lingua,
-sensazione di ipersalivazione dolce/salata sempre a dx (o forse la salivazione
è normale ma si nota a causa dello strano sapore),
-irritazione nella parte dx della lingua mangiando alimenti duri come pane, biscotti...
- irritazione al contatto con cibi caldi,
- alterazione del gusto dei cibi.
Preciso che al momento dell'anestesia non ho avvertito la scossa.
Trascorrendo i giorni si è leggeremente attenuata la parestesia che avverto solo quando mastico ed è prevalsa l'alterazione del gusto.
Sono molto preoccupata perchè 15 anni fa, dopo innumerevoli visite specialistiche, mi è stata diagnosticata la BMS e fui curata con antidepressivi.
I sintomi erano però diversi; bruciore alla lingua non localizzato ad una sola parte, non c'era parestesia e non erano insorti in relazioni a cure dentistiche.
Aspetto con ansia una vostra risposta.
Grazie.

[#1]  
Dr. Cataldo Palomba

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
è verosimilmente un postumo dell'anestesia praticata per l'otturazione, soprattutto se l'ago è stato inserito anche vicino al dente lingualmente.
Il miglioramento notato negli ultimi giorni è indicativo di un quasi certo recupero totale delle funzioni sensoriali dell'emilingua interessata, dovrà attendere pazientemente ancora un po' di tempo.
Cordiali Saluti
https://www.facebook.com/dentistarantonline
Risposta ad esclusivo scopo informativo, non costituisce diagnosi, non sostituisce la visita medica.

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore,
può verificarsi che io abbia una particolare "reattività" del nervo linguale e che questo disturbo cronicizzi (considerando la Bms di cui ho sofferto)?
Ritiene che dovrei fare degli esami ed eventualmente qualche cura per scongiurare questa eventualità?
Grazie.

[#3]  
Dr. Cataldo Palomba

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
se teme che la Bms possa ripresentarsi, lo escludo, considerando che si tratta di una sindrome particolare che ha un'eziologia ancora non ben definita con una importante componente psico-fisica e che viene diagnostica per esclusione di altre patologie, mentre il disturbo attuale ha una verosimilmente un'origine traumatica e sembra in ia di risoluzione, dovrà solo pazientare poichè il reupero è lento.
Cordiali Saluti
https://www.facebook.com/dentistarantonline
Risposta ad esclusivo scopo informativo, non costituisce diagnosi, non sostituisce la visita medica.

[#4] dopo  
Utente
Gentile dottore la ringrazio per la Sua risposta che mi ha procurato sollievo circa la Bms.
Tuttavia vorrei chiedereLe ulteriore aiuto circa il sintomo dell'alterazione del gusto. Come ho scritto avverto una ipersalivazione dal gusto strano proprio a dx: il sapore indefinibile va dal salato al dolciastro e peggiora con l'aumentare della salivazione come quando lavo i denti o durante la masticazione, tanto da alterare il sapore dei cibi. Mentre la relazione anestesia-parestesia (che sta lentamente migliorando) mi è chiara, mi preoccupa questo disturbo del gusto e Le chiedo se ESSO PUO' CONSIDERARSI UN POSTUMO TIPICO DELL'ANESTESIA , anche se raro.
In questi giorni ho anche effettuato un'ecografia alle ghiandole salivari che non ha rilevato niente di anormale.
La mia confusione è dovuta al fatto che, nonostante questo responso, il medico mi ha proposto una cura antibiotica ipotizzando un'infezione alle ghiandole.
Aspetto un Suo consiglio e La saluto cordialmente.

[#5]  
Dr. Cataldo Palomba

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
è verosimile che il disturdo alla sensibilità gustativa e la parestesia abbiano la stessa origine: un'infezione batterica delle ghiandole salivari maggiori (quali?) si presenterebbe diversamente.
Cordiali Saluti
https://www.facebook.com/dentistarantonline
Risposta ad esclusivo scopo informativo, non costituisce diagnosi, non sostituisce la visita medica.

[#6] dopo  
Utente
Gentile dottore,
La ringrazio molto per il suo intervento che, chiarendo i miei dubbi, mi aiuta a sopportare con un pò meno ansia questa situazione, nella speranza di un recupero totale.
Cordiali saluti.

[#7] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
da circa 20 giorni sto assumendo un integratore a base di acido alfa-lipoico (prescrittomi dal mio medico curante). Sia la parestesia che l'alterazione, non so se per decorso naturale o per merito dell'integratore, sono andate sensibilmente migliorando, con mio grande sollievo.
Purtroppo da due giorni avverto un peggioramento nella sensazione del gusto: ipersalivazione dolce/salata.
Non so spiegarmelo!
Auguro Buone Feste.
Grazie.

[#8]  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
8% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Da quello che dice potrebbe trattarsi di un problema della ghiandola parotide che non ha nessun riferimento alla tecnica anestetica utilizzata.
Faccia una ecografia.
Saluti
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#9] dopo  
Utente
Gentili Dottori, l'ecografia l'ho effettuata il 15 novembre quando ero nel pieno del disturbo compresa l'alterazione del gusto.
Il responso è stato: ghiandole sottomandibolari e parotidi sono normali per dimensione e morfologia.
Da allora ho avuto un costante miglioramento fino quasi alla scomparsa del sintomo. In questo periodo ho assunto e sto ancora assumendo un integratore a base di acido alfalipoico.
Improvvisamente però il gusto salato è ricomparso mentre la parestesia ha mantenuto il suo miglioramento.
La guarigione del nervo linguale può avere questo strano decorso da positivo a negativo?
Oppure se si tratta di ghiandole salivari esse possono essere interessate pur senza essere gonfie o dolenti?
La manovra di anestesia potrebbe averle coinvolte (dato che tutto si è manifestato dopo l'anestesia)?
Quali altri esami potrei fare?
Aspetto con ansia. Grazie.

[#10]  
Dr. Cataldo Palomba

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
non aspetti con ansia, poichè la sua condizione è in evidente miglioramento e perverrà prima o poi alla normalità:
non faccia altri esami, allo stato delle cose sembra avvalorarsi maggiormente l'ipotesi che la disgeusia, o alterazione del gusto, sia stata causata da un trauma subito dalle fibre nervose del nervo linguale durante l'anestesia, ed ora in via di risoluzione.
Cordiali Saluti
https://www.facebook.com/dentistarantonline
Risposta ad esclusivo scopo informativo, non costituisce diagnosi, non sostituisce la visita medica.

[#11]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
DIMENTICHI tutto per 3 mesi, e non si faccia altre domande o venire altre paure.
Ai primi di aprile sarà tutto a posto.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)