Utente 578XXX
Questo Venerdì dovrò togliere il dente del giudizio arcata inferiore sx.
Il dentista mi ha detto che dovrò prendere un'ora prima e appena finito l'estrazione un antinfiammatorio.
Per quanto riguarda l'antibiotico, mi ha detto di aspettare , e che andrebbe dato solo in caso di alveolite.
Però mi chiedo perchè aspettare di stare peggio, non potrebbe essere preso a scopo precauzionale prima dell'estrazione stessa e dopo?
Anche perchè ho le gengive molto sensibili e mi ricordo che quando mi è capitato un paio di anni fa di dover abbassare la gengiva per l'applicazione di un intarsio...ho sofferto molto e ricordo che mi si era formato qualche giorno dopo una patina grigia sopra che il dentista ha lavato localmente...se non sbaglio si trattava proprio di alveolite...visto la predisposizione, non andrebbe somministrato da subito l'antibiotico?perchè penso,così da ignorante, che la mucosa è sempre la stessa e che quindi la reazione sarà pressochè simile.
Inoltre che colluttorio andrebbe bene, dopo l’estrazione?
Visto che si tratta di questo venerdì, spero proprio che qualcuno trovi il tempo di rispondermi.
Grazie.
Saluti

[#1]  
Dr. Cataldo Palomba

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
12% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Paziente,
penso che abbia proprio ragione:il buon senso è migliore di qualsiasi titolo accademico.
L'alveolite post estrattiva (infezione batterica dell'osso con possibile necrosi)è una delle patologie + 'rognose' perchè difficili da curare: spesso sono necessarie alcuni cicli di antibiotico terapia, tra l'altro in vena.
Per questo si consiglia, anzi si prescrive una terapia profilattica a base di antibiotici come l'amoxicillina + acido clavulanico (previa esclusione di eventuali allergie), di solito 2 compresse da 1 grammo al giorno ogni 12 ore per 6 giorni (un intero ciclo) cominciando dal giorno precedente l'intervento.
Le consiglio come colluttorio un prodotto a base di clorexidina:(PLAK OUT)soluzione al 3,5 %, 15 gtt da diluire nel misurino presente nella confezione con acqua, e tenere in bocca per almeno 10 minuti ogni giorno dopo le manovre di igiene orale.
CORDIALI SALUTI
https://www.facebook.com/dentistarantonline
Risposta ad esclusivo scopo informativo, non costituisce diagnosi, non sostituisce la visita medica.

[#2] dopo  
Utente 578XXX

Dott. Palomba ,
grazie per la risposta.
Come antibiotico andrebbe bene l'augmentin?
Al posto del colluttorio da lei indicato, andrebbe bene anche il corsodyl gel?o è sempre meglio un colluttorio?
E' inutile dire, che ho un po' di fifa, (non tanto per l'impressione dello strappo, pazienza mi avvinghierò alla poltrona)per il post operatorio.
Tra l'altro , sempre il mio dentista, mi ha detto che per quella sera (l'estrazione è alle 14:00) potrò mangiare solo gelati (a febbraio?) e yogurt.
E che comunque anche il giorno dopo, devo mangiare in forma liquida e fredda (insomma non calda).
Speriamo bene...
Grazie ancora.
Saluti

[#3]  
Dr. Cataldo Palomba

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
12% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Paziente,
per quanto riguarda l'antibiotico la risposta è affermativa, però vorrei precisare che non è mio compito attraverso questo sito fare prescrizioni, pertanto le consiglio sempre di tenere informato almeno il suo medico di famiglia.
Per quanto riguarda il colluttorio, le sconsiglio il gel.
Capisco la sua apprensione per il post-operatorio, di solito i primi 3 gg sono i più difficili, ma per esperienza personale, con una disinfezione accurata del cavo orale molti fastidi saranno evitati.
Per l'alimentazione cibi morbidi,l'importante che non siano bollenti, e che non debba masticare con forza.
Cordiali Saluti
https://www.facebook.com/dentistarantonline
Risposta ad esclusivo scopo informativo, non costituisce diagnosi, non sostituisce la visita medica.

[#4]  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Cara paziente, mi permetto di citare un vecchio adagio "inutile fasciarsi la testa prima di cadere!", in quanto Lei parla solo di estrazione di terzo molare, senza specificare il tipo di estrazione! Il dente è normooccluso, in parziale ritenzione mucosa o totale? E' completamente ritenuto in osso? Che tipo di inclusione, eventualmente, è? Vede, è notizia nota a tutti, che l'uso superfluo di farmaci oltre che inutile può essere anche dannoso. E' come assumere un ipoglicemizzante in vista di una "evasione" dolciaria.
Personalmente prescrivo una terapia antibiotica preventiva solo in caso di soggetti a rischio o in previsione di un intervento "impegnativo" e sempre 1 ora prima e 2 giorni dopo.
A presto
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#5]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Caro paziente, il suo dentista sta agendo per il meglio nel suo interesse.
Io non prescrivo mai antibiotici se non ho un motivo valido per farlo, e la copertura antibiotica a scopo precauzionale nelle persone giovani e forti come lei non rientra in questi casi.
Ogni farmaco ha degli effetti collaterali e delle conseguenze; fanno bene da una parte e fanno male dall'altra.
Si ricordi che il medico migliore e più coscienzioso non è quello che le da più farmaci, ma quello che gliene da di meno, e solo quando effettivamente servono.
Per gli atti chirurgici in ambito orale, come nelle estrazioni, di norma non servono.
Poi troverà sempre qualche medico con opinioni diverse.
Si tratta, appunto, di opinioni.
Come la mia.

Riguardo ai gelati, si.
A febbraio? Si. Qual'è il problema per i gelati consumati a febbraio?
Se ne faccia una buona scorta.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)