Utente cancellato
Salve. 5 gg fa (venerdi scorso) il mio dentista mi ha estratto il dente del giudizio inferiore sx, parzialmente incluso, con applicazione di punti di sutura. Mi è stata prescritta terapia antibiotica (da circa 2 gg prima dell'intervento) e antidolorifici al bisogno (prendo oki). Ho avuto un dolore credo normale per i primi 2 gg, il giorno seguente l'intervento la guancia si è gonfiata parecchio, (ora è tornata quasi alla normalità) e mi è poi comparso un ematoma giallino abbastanza esteso sulla guancia, che sta pian piano scomparendo. Da lunedì però il dolore ha cominciato a farsi molto più forte, è sempre presente, e non passa neanche con gli antidolorifici. Premetto che due anni fa mi è stato estratto il dente del giudizio inferiore dx, operazione andata bene, ma sono poi andata incontro a una dolorosissima alveolite post estrattiva, che mi ha tormentata per quasi un mese. Memore di ciò, ieri sono tornata dal mio dentista, facendogli presenti i miei dolori e i miei timori circa l'eventualità di un'alveolite, lui mi è ha guardata per neanche una frazione di secondo e ha sentenziato che è tutto ok, di continuare con gli antidolorifici e che passerà.Io non sono stata però molto convinta da questa "visita" lampo e continuo ad avere dolori fortissimi, tali da non dormire la notte...sarà una domanda stupida, ma c'è la possibilità che si tratti davvero di un alveolite post estrattiva e che il dentista non l'abbia "vista"? Devo ritenere normali questi dolori (seppur forti) a 5-6 gg dall'intervento, come ha detto il dentista, o mi consigliate di sentire un altro parere? Quali altri segnali, oltre al forte dolore, potrebbero farmi pensare ad un'alveolite? Mi rendo conto di essere forse eccessivamente preoccupata, ma non ci terrei davvero a ripetere l'esperienza di due anni fa...
Un'ultima domanda: guardandomi ho visto che i fili di sutura sono in parte ricoperti da una patina bianca, forse residui di cibo? Come posso pulire bene senza fare danni? Il mio dentista mi ha solo detto di fare sciacqui con collutorio alla clorexidina 0,20.
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Carlo Alessandro Aversa

28% attività
0% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
gentile signora, se ha un'alveolite post estrattiva non c'è molto che possa fare se non usare antidolorifici, tenere la massima igiene orale possibile; spazzoli più che può anche sui punti, non farà alcun danno anche se si riaprirà un pò la ferita e magari poi riuscirà meglio a pulire anche usando una siringa da 10 cc senza ago e con semplice acqua spruzzando dentro il buco.
Certo che è dolorosa e lo sappiamo ma è un'evenienza imprevedibile e non evitabile dovuta, probabilmente perchè l'eziologia non è sicura, ad una carenza di vascolarizzazione dell'alveolo post estrattivo.
E' difficile dire un no secco in pochi secondi anche perchè l'alveolo sarà chiuso dai punti e difficilmente potrà essere valutato senza ispezionarlo bene.
Non è indicato fare nessun tipo di ulteriore intervento in bocca tipo far sanguinare la ferita per migliorare; bisogna solo attendere che faccia il suo corso, è una patologia che guarisce spontaneamente senza particolari esiti.
Non posso avere la certezza che di questo si tratti ma il sospetto è forte; si armi di santa pazienza e chiuda il ciclo di antibiotici a 6-7 gg dall'intervento perchè se di alveolite si tratta non portano vantaggio.
spero di essere stato esaustivo.
saluti
Dr. C. Alessandro Aversa
Medico Chirurgo Odontostomatologo in Firenze
www.dentistaversa.it

[#2] dopo  
278442

dal 2015
Grazie, è stato esaustivo.
Solo una curiosità: lei non ritiene quindi utile eventualmente, se di alveolite si trattasse, far sanguinare nuovamente l'aveolo? Mi pare che la scorsa volta il mio dentista avesse adottato questa tecnica...immagino ci siano opinioni diverse a riguardo, mi piacerebbe conoscere il suo parere.
Un'ultima cosa: il dentista mi ha dato appuntamento per togliere i punti a due settimane dall'intervento...non è un po' troppo? O non ci sono problemi?
Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Carlo Alessandro Aversa

28% attività
0% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
la nostra esperienza è che far sanguinare l'alveolo, oltre ad essere un intervento aggiuntivo e come tale ha un suo postoperatorio che si aggiunge al primo intervento, non modifichi sostanzialmente l'evoluzione della sintomatologia quindi non lo facciamo più da anni e raccomandiamo di tenere molto pulita la ferita anche con i lavaggi che le ho detto; generalmente 7-10 gg e tutto passa.
Per i punti dipende che tipo di punti sono ma, in linea di massima, dopo 3-5 gg la loro funzione può dirsi conclusa; poi possono essere tolti anche dopo senza problemi
Dr. C. Alessandro Aversa
Medico Chirurgo Odontostomatologo in Firenze
www.dentistaversa.it