Utente 299XXX
Salve, circa una settimana feci una otturazione a quella che sembrava una piccola carietta.
In realtà durante l'esecuzione di tale otturazione si è scoperto invece essere abbastanza profonda la caria.
Nei giorni successivi ho avuto fastidi e sensi di gelo continui.
Ritorno dal dentista il quale dopo prove della sensibilità e una radiografia, dal quale risultava una vicinanza tra l'otturazione e la polpa,
mi disse che probabilmente data tale vicinanza c'era questa sensazione di fastidio e l'unica soluzione era devitalizzare.
Devitalizzato il dente, devitalizzazione che terminerà giovedì, ora sono realmente impossibilitato a mangiarci sopra
così come passarci lo spazzolino sopra, un dolore atroce assolutamente imparagonabile a quel fastidio che avevo acuito post otturazione.
Cosa è successo? E' sopraggiunta un'infezione?
L'odontoiatra mi suggerì di prendere un antibiotico martedì, io chiesi se fosse necessario in quanto soffrendo di ernia iatale, non lo tollero bene.
Ma al di là di tutto oggi è sabato e quindi comunque ancora non avrei dovuto cominciarlo a prendere.
Come è possibile che sia questo dolore lancinante se mastico sopra dopo una devitalizzazione?

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, non è raro dopo un trattamento endodontico accusare dolore alla masticazione, per cui le consiglio in questi giorni di non masticare su quel dente, mettendo tutti i suoi alimenti in un frullatore per poi sorseggiarli tranquillamente senza provare dolore. Per l'antibiotico è bene ricontattare il suo odontoiatra o il medico di base la guardia medica, spiegandole le sue attuali patologie. Consigliata la visita di controllo prima di giovedì.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Caro utente,il dolore può dipendere da un trattamento endodontico non corretto,se non eseguito sotto diga,se non
vengono rispettati i protocolli terapeutici,se vi sono cause
iatrogene.L'antibiotico viene utilizzato solo in presenza di necrosi,
anche parziale, della polpa,altrimenti è inutile.
Consiglierei di assumere un FANS sotto protezione gastrica ed
aspettare il prossimo appuntamento dal suo dentista
curante per trovare le chiavi di lettura del problema.
Tenga comunque presente che in caso di devitalizzazioni
complicate può presentarsi una sintomatologia simile alla sua
per una flogosi periapicale,che sotto terapia antiinfiammatoria
scompare dopo poco tempo.
Ci tenga informati.
Cordialità
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#3] dopo  
Utente 299XXX

Salve, fortunatamente il dolore a cui avevo fatto riferimento era cessato in un paio di giorni. Oggi mi sono recato dal dentista e stavano attuando la chiusura canalare. C'era un punto che nonostante l'anestetico mi dava molto fastidio mentre l'odontoiatra attuava la chiusura. Tanto è vero che nel momento in cui mi ha applicato la siringa, a quanto ho capito, per disinfettare, ho sentito un forte dolore. L'odontoiatra ha preferito non continuare, quella che credo dovesse essere la fase finale della devitalizzazione. Mi ha prescritto Augumentin per 4 gg e un antinfiammatorio. Fatti di nuovo presenti i problemi dello stomaco, mi sono sentito di appellarmi contro la necessità di pigliare l'antibiotico, argomentando la mia tesi nel domandarmi perchè fosse necessaria la terapia antibiotica se il molare non era necrotico. L'odontoiatra mi ha detto che non sa fino in fondo se il molare lo è (?). Ricordo che feci una radiografia in cui si notava l'otturazione vicino alla polpa. Tra l'altro l'odontoiatra ha sostenuto che durante tale chiusura (o se facesse riferimento alla volta precedente) non ha trovato polpa dentale ma aver stimolato alcuni punti dell'apice ci può essere contaminazione batterica. E quindi necessario proprio questo antibiotico? E tra l'altro è normale che abbia avvertito tale dolore, in questo momento sono sotto anestesia e dopotutto sento forte fastidio. Comunque la prossima volta (martedì prossimo) fare un lavaggio, e poi la volta ancora terminerà la devitalizzazione. E' una linea operativa condivisibile?

[#4] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Probabilmente durante il lavaggio canalare,che si esegue
con ipoclorito,può essere passata oltre l'apice dentale una
quantità anche infinitesimale,che potrebbe aver causato
"irritazione chimica"
(può succedere se la pressione sulla siringa è eccessiva)
L'antibiotico è a mio avviso inutile,prenda solo dei FANS
con protezione gastrica.
Buona Serata


https://it.linkedin.com/in/luigi-de-socio-9bb60343
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#5] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Le nuove linee endodontiche per semplicità concordano nell'aprire i canali e chiuderli in seduta stante, ma nulla vieta a un odontoiatra di procedere al trattamento in più sedute con operazioni più complesse. Speriamo che la prossima volta non ci sia dolore e che tutto vada a buon fine, altrimenti questo trattamento se lo ricorda per tutta la vita..
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#6] dopo  
Utente 299XXX

Oggi sono ritornato dal dentista per fare lavaggio con ipoclorito, ho terminato l'antibiotico ieri, 4 gg di terapia. Sia ieri che oggi stavo cominciando a notare una dolenzia al molare. Comunque al momento della siringa con ipoclorito tutto bene nessun fastidio, fino a che non mi è stata fissata la medicazione (credo sia la medicazione) e nel momento in cui l'odontoiatra ha premuto con forza per fissare quella che credo sia una medicazione, ho avvertito un dolore fortissimo che mi è perdurato per tutta la durata. L'odontoiatra mi ha detto che qualora il dolore fosse aumentato di intensità di chiamarlo e lui mi avrebbe tolto la medicazione. Gli ho chiesto perchè questo molare mi stesse dando cosi particolari problemi, mi ha detto che fin quando non terminerà la sintomatologia dolorosa sarà costretto a disinfettare se no non potranno attuare la chiusura canalare e quindi terminare la devitalizzazione. Sono molto perplesso! Oltre che preoccupato, è mezzora che sono ritornato a casa per ora resta al fastidio e la sensibilità ai denti vicini (arcata inferiore sx) e una leggera pulsione.Ma temo che possa aumentare, e soprattutto sono timoroso riguardo le sorti di questo molare.

[#7] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Pare strano che una devitalizzazione si stia rivelando così
complicata(non vorrei ipotizzare una perforazione o un problema "periapicale "
iatrogeno).Credo che l'unico a conoscenza dei problemi reali sul suo dente,sia lo specialista che l'ha in cura,a cui porrei questi quesiti in maniera diretta....
Buona Serata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#8] dopo  
Utente 299XXX

Sarebbe opportuno il consulto , necessariamente di persona, di un altro specialista ? Per cercare di evitare possibilità da lei accennate (perforazione ecc.). Potrebbe essere saggio durante devitalizzazione in corso?

[#9] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Al momento rimango del parere di rivolgersi al suo dentista in maniera diretta ponendo
i quesiti specifici.
Se non trova risposte e il fastidio rimane,
si regoli come meglio crede.
Buona Giornata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia