Utente 445XXX

Salve,
sono qui a chiedervi un consulto su alcuni sintomi poco chiari. Da alcune settimane a questa parte soffro di afte persistenti in bocca di varie dimensioni su punti differenti che vanno dalla parte interna della guancia alla lingua. Per ovviare a questa situazione, dopo un consulto dal mio medico di base, mi è stato prescritto dal medico lo spray "Vea Oris" da assumere più volte al giorno e del Multicentrum in compresse. La situazione però non migliora e si ripresentano afte ancora più grandi se possibile ma meno dolorose. Il problema però sorge dai mesi precedenti a tutto ciò. Premettendo che sono celiaco e soffro moltissimo le allergie stagionali (Graminacee, Betulla,...), da parecchi mesi ad oggi soffro di frequenti problemi intestinali che mi hanno portato ad un vistosissimo dimagrimento (non notato da chi mi vede tutti i giorni ma sicuramente dalle persone che vedo di rado), comprovato anche dalla bilancia (da 79 kg a 71/72) senza cambiamento di regime alimentare. Oltre ai problemi intestinali soffro molto frequentemente di fitte allo stomaco e retro-sternali che a volte quasi mi fanno piegare in due. Oltre a tutto ciò è anche comparso un senso di affaticamento impressionante e una maggiore difficoltà nel mettere a fuoco la vista. Inoltre nel periodo recente ho fatto le analisi del sangue che si sono dimostrate nella norma tranne per alcuni valori come :
Eosinofili = 6.9 (0.0-4.0)
Monociti = 13.9 (3.0-10.0)
S-GGT = 7 (10-80)
Altro valore nella norma però vicino alla soglia sono i Linfociti con 43.1% su una soglia compresa tra (20.0-45.0)
Un'altra condizione sorta nell'ultimo periodo, a cui però ho dato poco conto data l'assunzione del multicentrum, è quella che ultimamente le mie feci hanno preso una colorazione tendente all'arancione senza però sangue al loro interno e però i problemi intestinali mi comportano un altissima irregolarità per quanto riguarda la defecazione.
Secondo voi, quali esami dovrei fare oppure tutto può essere ricollegato ad una riacutizzazione della celiachia (a cui premetto che dopo 15 anni di dieta non do più troppa attenzione)?

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
C'è un'associazione tra stomatite aftosa e celiachia così come le affezioni infiammatorie intestinali.
Tenga sotto controllo le sue problematiche gastrointestinali ( i dolori retrosternali magari son da ricondurre a un'esofagite da reflusso?) consultando per l'appunto un gastroenterologo e vedrà che anche la sua condizione orale ne trarrà giovamento.
Cordiali saluti
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#2] dopo  
Utente 445XXX

Grazie mille dottore. Non so come ricondurre la questione dei dolori retrosternali in quanto anche il mio medico stesso aveva presupposto che questi fossero però la ricorrenza non è puntuale ma si intensifica nei periodi di stress. Proverò a chiedere al mio medico di base per un consulto da un gastroenterologo. Grazie Mille.
Cordiali Saluti

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Gentile Utente, le afte possono colpire alcuni tessuti del cavo orale ben differenti da altri, per cui queste lesioni andrebbero sottoposte a diagnosi differenziale.
Nel suo caso se le lesioni non regrediscono spontaneamente in 15/20 giorni occorrerebbero degli accertamenti diagnostici presso un odontoiatra che si occupa di patologia orale.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/