Utente 441XXX
salve a tutti i dottori del sito, vi scrivo per info sulla detartrasi.

era circa 10 giorni che hanno cominciato a sanguinarmi le gengive, allo stesso tempo molto rosse ed edematose.
cosi sono andato da un igienista che mi ha trovato 4 piccole carie e forte infiammazione con formazione di tartaro.

la seduta mi ha fatto malissimo sopratutto quando entrava tipo nella radice, durante e dopo la seduta ha sanguinato veramente tanto.
tutt'ora ho i denti sensibili.
siccome avevo sgranocchiato qualcosa ho provato a spazzarmi i denti ed hanno sanguinato ancora inoltre in alcuni punti le gengive sono rimaste gonfie:
quanto ci mette a regredire un gonfiore e sanguinamento da gengivite dopo una detartrasi?

l'igienista mi ha fatto andare in palla quando ha parlato di tasche nei molari e gli ho chiesto se era la parodontite.. mi ha detto che mi deve rivalutare tra 6 mesi e che comunque con tasche intendeva dire una profondità fisiologica di 2-3 mm e che da 4-5 è parodontite.
pero una cosa non mi ha fatto il sondaggio mi ha detto che me lo avrebbe fatto propio il dottore il 18 agosto.

vorrei chiarimenti se possibile molte grzie

[#1] dopo  
Dr. Marco Capozza

40% attività
4% attualità
16% socialità
TRICASE (LE)
LECCE (LE)
MATINO (LE)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gent. Paziente
il sanguinamento delle gengive è un chiaro segno di infiammazione che nella maggior parte dei casi è dovuta ad accumulo di tartaro.
Purtroppo il tartaro può essere situato anche al di sotto del livello visibile delle gengive e la sua asportazione professionale può dare un certo fastidio o dolore oltre a sanguinamento che è abbondante solo in apparenza.
La rimozione completa del tartaro porta ad una regressione della malattia e del sanguinamento.
La terapia completa del parodonto, che sono tutti i tessuti di sostegno dentale compresa la gengiva, richiede comunque una diagnosi appropriata ed una terapia che è consequenziale.
Una maggiore sensibilità dentale è frequente nei primi giorni ma non è permanente.
Mi sembra corretta la rivalutazione con sondaggio parodontale da parte di un dentista.
Cordiali saluti
Dott. Marco Capozza
http://www.dentista-lecce.com
mailto: dentista.salento@gmail.com

[#2] dopo  
Utente 441XXX

buonasera, dunque adesso mi ricordo; quando mi aveva parlato del sondaggio parodontale mi disse che era praticamente inutile effettuarlo immediatamente dopo l'ablazione perchè sarebbe stato falsato e bisogna aspettare un pò di giorni, per questo avendo appuntamento il 18 me lo faranno in quel momento.

il sanguinamento era abbastanza, pur con l'aspiratore in bocca avvertivo il sapore alla fine mi ci sono voluti 5-6 sciacqui per eliminarlo tutto.

mi perdoni non capisco cosa intende per terapia completa del parodonto; praticamente se è una gengivite è finita qui dopo l'ablazione mentre se è altro bisogna lavorarci meglio, ho compreso bene?

siccome io sono anche insistente a riguardo il sottogengiva la dottoressa mi ha detto di non potermi fare la levigatura radicolare dove non c'è tasca più grande di 3 mm perchè altrimenti ci sarebbe l'effetto opposto, dove non c'è la tasca una levigatura la andrebbe a creare.

in conclusione avendo fatto ieri l'ablazione, il rossore, il gonfiore e sanguinamento andranno calando pian piano in pochi giorni?

grazie.