Utente 175XXX
Egregi Dottori,

ho qualche problema paradontale dovuto al sanguinamento non eccessivo devo dire e limitato a due molari di cui uno incapsulato e forse causa del tutto. Ora ho letto con grande apprensione che i problemi gengivali legati alla presenza di alcuni batteri possono essere all'origine di alcuni tumori tra cui quello del Pancreas. Corrisponde a verità? E l'eventuale ripristino delle condizioni limita il problema? come si possono del tutto eliminare questi batteri? Sono un tipo ansioso e questa notizia mi ha un pò traumatizzato.

Grazie per la risposta e cordialità

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Effettivamente un gruppo di ricercatori della NYUniversity ,Langone's Laura and Isaac Perlmutter del Cancer Center di New York, ha individuato due batteri orali presenti in soggetti con tumore del pancreas.
Mediante tecniche di tecnologia genetica hanno generato un profilo genetico di tutti i batteri presenti. Tenendo conto di una serie di fattori di rischio quali l’età, l’essere fumatore, l’indice di massa corporea, ecc., hanno scoperto che due batteri, il Porphyromonas gingivalis e l’Aggregatibacter actinomycetemcomitans, sono associati al tumore,ovvero non c'è un nesso di causa ed effetto ma verosimilmente una correlazione.
Un recente studio condotto da uno dei ricercatori dello stesso team ha visto come in presenza di fumo l’equilibrio del microbioma orale sia diverso. Nuove ricerche sono necessarie per vedere se quest’alterazione possa avere un impatto sul sistema immunitario o se attivi dei meccanismi cancerogenici nel tessuto pancreatico.
Tuttavia bisogna dire che lo
studio è stato eseguito su un campione ridotto di soggetti e quindi le conclusioni
sono da prendere con" le molle" come diciamo noi in Italia .Da noi non esistono al momento studi simili,e comunque,visto che la malattia parodontale e' una patologia che va accuratamente diagnosticata e trattata,il mio consiglio è quello di rivolgersi ad un Parodontogo esperto per una diagnosi ed una terapia corretta.
Cordialità
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 175XXX

Grazie Dottore, seguirò le sue raccomandazioni.

Cordialità e auguri