Utente 463XXX
buongiorno,
Da circa 15 anni mi reco regolarmente, almeno una volta l'anno, dal mio odontoiatra di fiducia per il solito controllo annuale.
Circa 4 mesi fa durante tale controllo annuale il mio odontoiatra ha proceduto alla cura di una carie inerente il primo premolare (per la precisione nello spazio di contatto tra primo e secondo premolare) procedendo quindi all'otturazione di tale dente.
Il secondo premolare aveva invece una carie nell'area di contatto tra secondo premolare medesimo e primo molare procedendo anche in questo caso ad otturazione del secondo premolare.
Dopo circa 10 giorni da tali otturazioni ho iniziato ad avere problemi gengivali nell'area tra primo e secondo premolare causati da infiltrazioni di cibo causa mancanza di contatto tra questi denti.
Utilizzando clorexidina e filo interdentale l'infiammazione della gengiva era guarita anche se la gengiva su tutto l'arco del secondo premolare si è ritirata.
Tornato dal mio dentista di fiducia mi ha rifatto l'otturazione tra primo e secondo premolare ricreando il punto di contatto (tale otturazione è consistita nella rimozione di quella fatta in prima istanza dal mio odontoiatra e nella chiusura completa, tipo tappo, dello spazio tra i due denti).
Per circa una settimana ho iniziato a mangiare normalmente anche se sentivo la parte in questione indolenzita (tra primo e secondo premolare) dopo ogni pasto.
Dopo circa una settimana ho mangiato della carne ed alla fine del pasto sentivo un dolore un po piu intenso nella parte in questione (area tra primo e secondo premolare).
Il giorno successivo la mia gengiva si è di nuovo infiammata in questa area di contatto e durante lo spazzolamento mattutino (fatto in maniera delicata) ho avuto una perdita copiosa di sangue.
Non so più che fare, sto perdendo fiducia nel mio medico in quanto prima di tale controllo annuale non avevo alcun tipo di disturbo.
Potete darmi un consiglio? Questo problema sembra non avere una soluzione...
Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Per la salute dei tessuti interdentali e' fondamentale la corretta gestione del punto di contatto che andrà ripristinato mediante ricostruzioni dirette ( fatte cioè direttamente dal dentista alla poltrona) o restauri indiretti ( realizzati in laboratorio da un modello ricavato da un'impronta).
Non è una problematica che si può risolvere on- line tramite dei consigli.
Il consiglio che le si può dare e' di tornare ad informare il dentista della presenza del problema. Se al problema non verrà data soluzione l'unica cosa che può fare e' rivolgersi a un altro professionista.
Cordialità
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra specialista
enzodiiorio@hotmail.it

[#2] dopo  
Utente 463XXX

Grazie per la risposta celere,
anche io sono dell'opinione di informare nuovamente il dentista e nel caso non si risolva tale problematica cambiare professionista.
La mia unica perplessità è questa:
E' possibile che quando venga fatta un'otturazione, come nel mio caso, l'odontoiatra non si accorga subito che il punto di contatto tra denti non è ottimale o non vi è per nulla?
Se così fosse, ora non starei scrivendo.
E' questo che non mi spiego...

[#3] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Può succedere se al termine della ricostruzione non si controlla il punto di contatto con del filo interdentale. Non dovrebbe accadere come non dovrebbero accadere tante altre cose che purtroppo capitano...ma si è tutti esseri umani.
L'importante è saper rimediare.
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra specialista
enzodiiorio@hotmail.it