Canino incluso anchilosato

Salve! Da quando ero bambina, a causa del fatto che un canino inferiore non è mai caduto, il dente definitivo è rimasto incluso. Ora, 2 anni fa il canino da latte è caduto. Ho 61 anni. Per ovviare al vuoto dell'arcata, mi hanno prospettato o di usare un apparecchio ortodontico per riportare in arcata il canino incluso, o un impianto. Avendo età avanzata per sopportare l'apparecchio, ho optato per l'impianto, ma, avendo usato per 2-3 anni i bifosfonati per via orale, mi è stato consigliato di aspettare un paio di anni prima di procedere all'impianto. Sistemano il vuoto con un ponte provvisorio incollato. Dopo un paio di anni mi sono rivolta ad altro professionista, che mi ha fatto una tac e che ha detto che probabilmente il canino incluso è anchilosato, che difficilmente, se non impossibile, è possibile trattarlo con apparecchio ortodontico e che estremamente difficile sarebbe anche l'estrazione dello stesso per poter inserire l'impianto. Mi prospetta allora la soluzione di un ponte definitivo. Io sarei contraria a questa soluzione perchè vorrebbe dire rovinare 2 denti sani, ma la percentuale di riuscita dell'estrazione ( posta al 10%) mi spaventa parecchio. A chi dare ascolto? il primo dentista non è stato così tragico, ma ho paura che sia stato superficiale
[#1]
Dr. Diego Ruffoni Dentista 10.3k 357 2
Gentilissima utente, l'emivita dei bifosfonati non si conosce per cui non possiamo sapere quanto si deve aspettare.
Il ponte incollato ai denti ha minori costi biologici e parecchie complicanze soprattutto se realizzato da mani poco esperte. Il ponte a costi biologici maggiori ma se ben eseguito le può durare a vita. L'impianto non è contemplato in letteratura per chi ha assunto bifosfonati.

Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/

[#2]
dopo
Attivo dal 2012 al 2018
Ex utente
niente impianti neanche dopo parecchi anni dall'interruzione della terapia???
[#3]
dopo
Attivo dal 2012 al 2018
Ex utente
quindi mi pare di capire che lei caldeggia l'ipotesi dell'ultimo dentista! Cmq il problema non era inerente all'uso dei bifosfonati, ma alla difficoltà di estrazione di un canino incluso probabilmente anchilosato
[#4]
Dr. Diego Ruffoni Dentista 10.3k 357 2
Anche l'avulsione di un dente in paziente trattato con bifosfonati deve essere indicata e ben motivata, i rischi di osteonecrosi non si possono escludere.
[#5]
dopo
Attivo dal 2012 al 2018
Ex utente
grazie dottore. Gentilissimo!
Osteoporosi

L'osteoporosi è una malattia dell'apparato scheletrico che provoca il deterioramento delle ossa. Come si riconosce, quali sono i fattori di rischio e come si cura?

Leggi tutto