Utente 454XXX
Salve, gentili medici. Tra qualche giorno, per curare una carie, dovrò sottopormi ad anestesia locale. Il mio dubbio è: l'anestesia locale può arrecare danni cerebrali (anche lievi), così come si ritiene possa fare quella generale? Come funziona e quali sono le differenze tra le due anestesie? Ho letto inoltre che se parte del farmaco iniettato si introduce in un capillare entra in circolo, potendo causare danni a vari organi, tra cui il cervello.

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo utente, il rischio zero nell'anestesia locale non esiste, infatti viene utilizzata solo in caso di necessità e sotto stretto controllo medico. Per alcuni trattamenti odontoiatrici è bene sottoporsi ad anestesia locale, perché i benefici superano alla grande i rischi.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 454XXX

La ringrazio per la risposta. A questo punto le chiedo: nel caso ci fossero danni, si tratterebbe di danni a breve o lungo termine? E inoltre, è noto quali aree cerebrali vengono intaccate?

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
L'anestetico non provoca danni, può dare molti effetti collaterali, tra cui troviamo effetti anche quelli a carico del sistema nervoso. L'odontoiatra è pronto e sa gestire questi effetti collaterali, per cui stia tranquillo e si affidi a queste buone mani. Quello che trova in rete deve essere sempre interpretato da persone esperte, per cui le consiglio di scaricare tutto e di parlarne con il suo odontoiatra prima dell'anestesia.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#4] dopo  
Utente 454XXX

La ringrazio nuovamente.. la mia ansia è data dal fatto che nel tipo di studio che svolgo, che è anche una passione, la lucidità mentale, il ragionamento e la memoria sono fondamentali. Mi esercito quotidianamente in tutto questo ed anche il vago dubbio di fare dei passi indietro irreversibili a livello cognitivo mi crea un forte disagio.. Un po' come un corridore che deve operarsi ad una gamba. Ne parlerò col mio odontoiatra come lei mi consiglia. Grazie ancora, le auguro una buona serata.

[#5] dopo  
Utente 454XXX

Salve nuovamente, dottore. Mi scuso per l'insistenza, ma vorrei chiederle ancora una cosa: la mia carie è piuttosto sviluppata ed il dentista ha detto che dovrà lavorare molto vicino al nervo. Se prima della visita assumessi del paracetamolo in modo da ammortizzare il dolore e provassi a sopportare il resto, crede che sarebbe fattibile, o il dolore rimarrebbe comunque insopportabile? Inoltre, se in questo caso dovessi sentire troppo dolore e fare l'anestesia locale ci sarebbero dei rischi collegati al miscuglio tra il paracetamolo assunto poco prima e l'anestetico?

[#6] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Il paracetamolo non è un anestetico e non è privo di possibili effetti collaterali. Far trattare un dente senza anestetico è possibile, ma c'è il rischio che le cure non vengano eseguite correttamente e non è semplice rimanere fermi, rischiando di esporsi a delle lacerazioni da trapano. Stia tranquillo, ne parli con il suo odontoiatra che prenderà tutte le precauzioni per evitare gli effetti collaterali.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#7] dopo  
Utente 454XXX

Va bene, dottore, la ringrazio nuovamente per i consigli ed anche per avermi in parte tranquillizzato, spero vada tutto per il meglio. Buon pomeriggio.