Utente 501XXX
Buonasera,
Nasco in Kossovo in un periodo di guerra, ho sempre avuto mal di denti, (forse per la scarsa igene). Dato il malessere economico, i miei genitori non mi hanno mai indirizzato verso specialisti, ho sempre supportato il dolore, mettevano sale e lacca per placcare il dolore.
Ho sempre avuto denti storti, e tutti i dentisti dicevano che l'aparecchio non poteva fare nulla. Mi sono rivolto a dentisti (solo con ticket) ma oltre a farmi la pulizia e la cura delle carie, quindi il restauro non avevo nessun miglioramento estetico (del resto cosa potevo pretendere?), anzi dato anche l'uso di scarso materiale, dopo 2 mesi il restauro cadeva giù ritornando alla situazione precedente. Proprio questo miglioramento estetico mi spinge a chiedere il costo per le capsule e ho ricevuto preventivi che di certo non mi potevo permettere, dato anche che i miei genitori non mi volevano aiutare economicamente per metterli a posto.

Il problema viene nel 2015 quando decido di affidarmi a un dentista del Kossovo dove chiedo di mettermi a posto i denti, incapsularli, data la mia poca consapevolezza e l'ignoranza in materia, non sapevo a cosa andavo incontro. Il preventivo fu ottimo per me (dato che dovevo pagarmelo da solo con la mia borsa di studio) fu 100€ a capsula, e così incapsulai 8 denti, 1,2,3,4 quadrante mascellare destro e sinistro.
Subito notai che le gengive mi rimanevano infiammate, ma non come quest'anno, anzi se tocco le gengive ho un odore molto forte, sono gonfie, rosse e spesso sanguinano, tuttavia non ho dolori.

l'anno scorso ho deciso di incapsulare anche 12 denti sotto, dato che avevo pochissimi denti sotto visto che erano stati sottratti perchè avevano avuto grosse infiammazioni e problemi, inoltre come dicevo sopra l'uso dello scarso materiale dei "dentisti a ticket", tutti i denti si stavano spaccando, tuttavia decisi di andare da un dentista diverso questa volta dove avevo sentito ottime recensioni, infatti non ho problemi con la parte inferiore. Il prezzo fu uguale 100€ a capsula che mi pagai con la mia 2a borsa di studio.

La parte superiore era un arcata dentaria (si chiama così?) ovveor 8 denti uniti messi contemporaneamente, mentre la parte inferiore sono capsule uno a uno.

Se ritorno con la maturità di adesso (21 anni) probabilmente non farei ciò che ho fatto, ma sinceramente per i denti che avevo le capsule erano l'unica cosa che potevo fare, dato che mostrare il sorriso è una cosa che ho sempre amato.

Volevo chiedere cosa potevo fare e consigli per una buona igene per l'emanazione di odore e per le gengive infiammate, l'uso di qualche prodotto? Ho già chiesto a dentisti qui in Italia che l'unica cosa che hanno fatto è la pulizia.

Sono consapevole che devo rifare il tutto, ma ripeto le mie condizioni economiche non mi permettono di fare nulla, quindi non vedo l'ora di finire l'università, trovare un lavoro e rivolgermi a un dentista qui in Italia senza preoccuparmi del costo.

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Intanto può fare una visita specialistica presso la ASL di residenza per una valutazione dello stato del cavo orale e parodontale in particolare, per avere una idea della situazione attuale,prendere consapevolezza di un piano di cure e di quello che sarà opportuno eseguire in seguito.La visita odontoiatrica ha il costo di un normale ticket,poi si vedrà il da farsi.
Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Gentilissimo utente, che bella storia che ci racconta e chissà quanti suoi coetanei sono nelle sue condizioni e quanti italiani si recano un questi paesi per queste tanto pubblicizzate cure. Nei prossimi anni lei entrerà nella meravigliosa estetica della protesi mobile dove raggiungerà i suoi obiettivi, com'è successo ai miei nonni. Faccia tesoro della sua esperienza, insegnando la prevenzione alla sua prole.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/