Utente 700XXX
Buonasera. Una decina di giorni fa mi è stata inserita la parte radicale di un impianto sostitutivo dell'ultimo molare (arcata superiore sinistra). Tutto è andato bene e ho seguito la terapia antibiotica con antinfiammatorio per 6 giorni senza grossi gonfiori/fastidi. Tuttora faccio lavaggi con corsodyl. Non ho gonfiore e la gengiva è rosea senza segni di infiammazione, ma da un paio di giorni ho un dolore osseo verso la parte più interna dell'impianto. La mia domanda è se sia ipotizzabile un'infezione interna tra impianto e osso che non ha segni esterni di nessun tipo. In tal caso, cosa è opportuno fare? Ringrazio anticipatamente per la risposta.

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissima utente, il dolore non è sempre sinonimo d' infezione, potrebbe essere anche da edema, che occorre per avere una buona guarigione. Un controllo presso il suo odontoiatra le toglierà ogni dubbio.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 700XXX

La ringrazio per la risposta. Il mio dentista ha visto il dente ma è dubbioso in quanto, come dicevo, non ci sono segni visibili che facciano pensare ad infezione. Sembra che non sia mai accaduto a nessun paziente di avere una situazione simile. L'indicazione è stata di prendere nuovamente antibiotico e antinfiammatori se il dolore aumenta, in attesa di sentire il chirurgo che ha posizionato l'impianto. Se la situazione rimane stabile, è rischioso non prendere l'antibiotico? Negli ultimi mesi per un ascesso e un'infezione l'ho già dovuto prendere più volte e, inoltre, sono allergica ai due principali utilizzati (augmentin e ciproxin). Vorrei evitare farmaci non indispensabili quindi...
La ringrazio anticipatamente

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Deve seguire le indicazioni del suo odontoiatra; in letteratura troviamo negli impianti percentuali di successo altissime che si avvicinano al 100% per questo definiscono l'impianto prevedibile e sicuro. L'impianto essendo inserito da un Odontoiatra con specialità in chirurgia, non dovrebbe dare problemi, essendo questa figura altamente specializzata per questa disciplina. I dubbi dovrebbero sempre essere fondati da un sospetto diagnostico.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#4] dopo  
Utente 700XXX

La ringrazio. Buona giornata