Utente 516XXX
Salve,
sono nella situazione di tentare una strada conservativa per un dente, il 17, che come da consiglio della maggior parte dei professionisti consultati prevede:
- devitalizzazione 17 (fatta bene, è la base su cui fondare tutto il lavoro)
- ricostruzione con perno moncone fuso in laboratorio (soluzione che dà più garanzie sembra rispetto ad utilizzare quelli in fibra)
- leggero allungamento corona clinico
- incapsulamento, sia del 17 che del 16.
Questi due sono monconizzati e ricoperti da capsule (unite) da oltre 10 anni fatte in metallo ceramica.
Tutti i preventivi fatti prevedevano, forse come standard, le corone in zirconio, invece parlando ieri con 2 Dentisti, entrambi mi dicevano che essendo nella mia situazione, potrebbe essere meglio rifarle metalliche , in quanto:
- l idea di farle unite, prospettata da più dentisti, per aiutarsi a vicenda nello svolgere il lavoro e ripartire lo sforzo sul 16 rispetto al 17 che ospiterà il perno moncone, potrebbe portare alla necessità di tirarle giù in futuro, sia per il perno ma anche perchè il 16 non verrebe devitalizzato, e queste in zirconio prevedono un cemento definitivo che non le farebbe staccare agevolmente, con la possibilità o di doverle tagliare o di romperle.
Ovviamente è ipotizzabile farle separate, così da limitare e isolare singoli problemi di uno o dell altro al dente stesso e non a quello vicino (per un problema sul 16 ad esempio facendole unite dovrei tirar giù tutto),ma è anche vero l esigenza della stabilità che sarebbe assicurata meglio con la loro unione (quando dvrò fare l impianto sul 17, posso sempre tagliare la 16 e continuare ad utilizzarla).
E se dovendole tirare giù,ad esempio per devitalizzare proprio il 16, il cemento tira anche il moncone in metallo del 17 sfilandolo dalle radici?
Il vantaggio del non avere metallo, nel mio caso sarebbe cmq vanificato dal metallo già presente con il perno moncone, oppure appunto perchè ho già questo meglio non aggiungere altro metallo anche con la capsula?
E' quindi vero che quelle in zirconio sono molto più difficili da staccare se non impossibili senza danneggiarle? Potrebbe essere valida l idea di usare ancora quelle in metallo, specie per la posizione posteriore dei denti, mettendo in conto di rivedere tra qualche anno il brutto bordino grigio, causa arretramento gengivale?
Il perno moncone fuso in metallo con il metallo della capsula causa problemi ?

Sero di essere stato chiaro, che mi consigliate?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo utente, lei non un esperto della materia, mi parla di metalli come se fossero veleni e di zirconio come se non fosse un metallo. Per cui che si chiami lega, oro, zirconio, ecc sempre di metallo si tratta. Chiaramente le due corone divise, permettono un rispetto del parodonto maggiore, ma in alcuni casi sono consigliate unite, noi non conosciamo il suo caso e non le possiamo essere d'aiuto. Avere molti preventivi e pareri, più tutte le storie che trova in internet, genera una gran confusione e porta il paziente verso delle decisioni che non gli competono, assumendosi poi le responsabilità. Le consiglio di ricercare un Odontoiatra che non pubblicizza la visita gratuita, che usi la corretta terminologia, che chiami le riabilitazioni, corone protesiche e non capsule, poi si affidi a queste buone mani, lasciando a lui ogni scelta e ogni responsabilità.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 516XXX

è ovvio che non sono un tecnico, ma le strade prospettate son diverse per lo stesso problema, che è e resterà mio, adesso come in futuro, quindi preoccuparsi credo sia importante per scegliere al meglio.
Lei dottore ha capito credo il mio dubbio, è ovvio che non conoscete o vedete la situazione in oggetto, ma io non ho chiesto una diagnosi, bensì un consiglio tecnico che penso possa essere cmq espresso.
Parlare di metallo e zirconio differenziandoli era solo per brevità di espressione.
Affidarsi a bravi professionisti quando non li si conosce per nulla non è facile...

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Il problema rimane suo se vuole tenerselo, se mi devono sostituire delle valvole al cuore, sarà il cardiochirurgo a prendersi la responsabilità di che valvole impiantare nel mio caso, stessa cosa con l'odontoiatria, cerco il professionista che giudico non dalla pubblicità, ma dalle pubblicazioni e poi sto alle sue indicazioni senza mettere becco, lasciando a lui tutte le responsabilità. Un mio consiglio sul da farsi, le creerebbe ancor più dubbi, perché le potrei parlare di composito, resina, fibra di carbonio ecc.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/