Utente 292XXX
Buonasera, ho Sjogren e connettivite indifferenziata. Ho 40 anni e da quest anno ho diversi problemi ai denti. Ho subito 3 estrazioni per rottura delle radici dei denti. Volevo sapere se ci sono controindicazioni agli impianti dentali e se c è il rischio non tengano per via delle patologie e del cortisone che attualmente assumo. Dalla prima tac sembrerebbe non esserci molto osso a disposizione.esistono alternative? Lv osteointegrazione potrebbe essere d aiuto?
Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
I pazienti con malattie del sistema immunitario sono suscettibili a un maggior rischio di complicanze infettive,maggiormente se si associano terapie immunosoppressive e cortisonici che abbassano ulteriormente le difese immunitarie.
(. Venables PJ. Management of patients presenting with Sjogren’s syndrome. Best Pract Res Clin Rheumatol 2006;20(4):791-807.)
Non esiste una controindicazione assoluta all'implantologia,ma relativa,ed è necessario pertanto valutare accuratamente il singolo caso clinico.

Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Scaglia

28% attività
8% attualità
16% socialità
CALENZANO (FI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Buonasera Signora, vado a pescare nei ricordi di circa 25 anni fa. Mi capitò in studio una signora di 75 anni, aveva un Lupus e le davano 15mg al giorno di cortisone. Era portatrice di protesi completa inferiore, con arcata ossea marcatamente riassorbita e lamentava la completa instabilità della dentiera. Tra le controindicazioni agli impianti c'era l'assunzione di corticosteroidi e la dissi che non le avrei messo nulla nell'osso.
Era in cura dall'allora primario di endocrinologia dell'università di Careggi, il quale, interpellato dalla signora, mi scrisse una lettera in cui mi "autorizzava" ad impiantare. Con quel parere autorevole alle spalle ho inserito due impianti nella posizione dei canini inferiori ed ho atteso, sia pur con qualche timore, i quattro mesi previsti dal protocollo implantare. Quando ho riaperto la gengiva per scoprire le viti di guarigione ho dovuto fresare, con garbo, osso che si era riformato a coprirle parzialmente. Gli impianti erano perfettamente integrati. E meno male che le indicazioni erano per non farli! Ho montato quelli che amo definire "bottoni automatici" tra impianto e protesi rendendola stabile e la signora felice ha masticato ancora per una decina d'anni prima di lasciarci.
Cerchi ancora informazioni più attuali. Auguroni.
Cordialmente.
Dott.PIERLUIGI SCAGLIA-MedicoChirurgoOdontoiatra
Terapie con Laser-Odontoiatria adulti e infantile-Protesi-Implantologia-Ortodonzia-

[#3] dopo  
Utente 292XXX

Grazie mille!!! Buona serata