Utente 545XXX
A dicembre avevo una infezione con gonfiore su gengiva dell'ultimo molare inferiore sx , dente storicamente malandato e devitalizzato , con tricanalare e una cuspide estratta, che attendeva da anni di essere estratto. Decido di togliere il mio primo dente (quelli del giudizio già tolti in infanzia).
A gennaio dopo 20 giorni di antibiotici e gengiva ancora gonfia mi viene estratto il malandato molare inferiore sx.
Dopo qualche ora , ossia finito effetto anestesia sento con la lingua che il premolare attiguo ha una cuspide che si alza e si abbassa. Dal giorno dopo è rimasta sempre alzata e l'infezione alla gengiva peggiora invece che andar via.
Vado dal dentista e rileva con inchiostro una venatura verticale. Era spaccato, il mese a seguire la venatura si allarga con evidenza.Va tolto mi si dice. Evidenzio che il premolare in questione, e nessun altro dente eccetto l'ultimo molare sopracitato, mai mi avevano dato problemi nei miei 54 anni.
Il 19 di marzo faccio estrarre anche questo secondo dente. Molto dolore e fatica viene estratto questo secondo dente premolare; sano dente alla radice. Mi mettono un punto autoestinguente e il giorno a seguire sento il con la lingua, sulla parte superiore al centro del dente attiguo un piccolo tondo che emerge di pochissimo che prima del'estrazione non sentivo. Passa un mese e continua ad uscire liquido biancastro salato da dente in questione è spontaneamente esce dalla sede estrazione un piccolo frammento di dente. Pensavo di aver risolto con il problema del salato oggi a distanza di un altro mese continua ad avere inspiegabile fuoriuscita di salato dal dente attiguo al premolare.
Il dentista ha premuto e dice che non esce dalla gengiva . A me pare che esce dal centro del dente ed ogni volta che li lavo peggiora questa continua fuoriuscita. Pochi giorni fa' per la prima volta lo sentita anche dal dente antagonista superiore ma sul dente inferiore la fuoriuscita è molto più decisa.
il dente non si muove e non fa male. Solo un leggero fastidio quando lo lavo, fastidio che prima dell'estrazione del dente attiguo non era presente.
La gengiva sottostante esterna è leggermente gonfia . Gonfiore che si è spostato al dente attiguo dopo ogni estrazione dente.
1)Domanda a continuare ad ingerire questo salato posso aver problemi alle arterie considerato che ho la pressione sangue leggermente alta ?
2) Pensavo di chiedere al dentista di fare una blanda otturazione provvisoria del dente al fine di capire da dove esce questo liquido molto salato?
3) E chiedere di fare analisi del liquido che fuoriesce?
Spero di aver risposta, che non avuto da 3 dentisti rimasti sconcertati e medico di base.
Vi porgo distinti saluti vi ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo utente, perché no le dono state date le risposte? Il liquido non è isolabile ne prelevabile, avere solo sapore di sale in bocca, non corrisponde all'introduzione mediante dieta. Le otturazioni si eseguono solo se ci sono le indicazioni.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 545XXX

Le soluzioni, sono state proposte da me incompetente in quanto non ho avuto risposta da nessun medico e continuo ad non averne. Soluzioni da me proposte per cercare di far più chiarezza andando a tentativi.

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Mi sembra di averle scritto delle risposte alle sue 3 domande.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#4] dopo  
Utente 545XXX

Si è la ringrazio molto per le risposte, ma spero in una strada per la soluzione del problema. Strada che ad oggi nessuno mi ha indicato, salvo lastrina da fare sul dente in questione.
Ma perché ho questo salato da dopo estrazione secondo dente, ossia dal 19 di marzo ?
Come far cessare questa fuoriuscita di salato dal dente inferiore? Da quale specialista debbo rivolgermi , per avere una risposta e relative soluzioni?
Forse è un'altra pura coincidenza come il secondo dente estratto e non è dal dentista che mi debbo rivolgere?
Mi sono rivolto a medici Italia, considerato il numero di iscritti sperando di incontrare un medico con esperienza analoga passata che sappia indicare la strada per la guarigione.
Grazie.

[#5] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Questa è un altra domanda. Occorrono altri accertamenti diagnostici, che le possono essere indicati da un Odontoiatra che si occupa di patologia orale, che le darà una diagnosi e le eventuali cure.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/