Utente 545XXX
Salve sono un operatore metalmeccanico che svolge il proprio impiego utilizzando cuffie antinfortunistiche protettive per l'udito contro il rumore. Per la tipologia di rumore presente in fabbrica c'è il bisogno di indossare costantemente le cuffie avvertendo tante volte fastidi all'orecchio. Mentre svolgevo il mio lavoro circa 40 giorni fa' ho avvertito una forte sensazione di otturazione e dopo aver terminato il turno di lavoro dopo qualche ora ho avuto forti dolori e perdita di sangue dall'orecchio, il tutto in poche ore.A distanza di poco più di un mese dall'accaduto e dopo opportune terapie prescritte dallo specialista, l'otite ora non è più emorragica ma catarrale e quando adopero le cuffie avverto fastidi e dolore non che ipoacusia percettiva. Come devo comportarmi?Grazie anticipatamente per le risposte.Saluti.

[#1]  
Dr. Domenico Spinoso

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
SAN DANIELE DEL FRIULI (UD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2018
Gentile utente,
In linea generale, in caso di otiti, tra i dispositivi di protezione per l’udito, le cuffie sono le più tollerate in quanto non c’è nulla da inserire nell’orecchio come nel caso degli inserti auricolari (i tappi). È possibile nel suo caso che le cuffie creino un microclima sfavorevole in termini di umidità con i conseguenti fastidì che lei riferisce.
In commercio esistono svariate tipologie di otoprotettori per cui si dovrebbe riuscire a trovare quelli adatti al suo attuale problema.
In casi estremi potrebbe essere necessaria una temporanea inidoneità in mansioni che la obbligano ad indossare gli otoprotettori per tutto il turno di lavoro.
Le consiglio di chiedere una visita straordinaria con il medico competente dell’azienda con il quale condividere il suo attuale problema al fine di trovare la giusta soluzione.
Cordiali saluti
Dr. Domenico Spinoso
Medico del Lavoro

[#2] dopo  
Utente 545XXX

Salve Dr. Spinoso grazie davvero per la sua risposta. La visita straordinaria l' ho gia' eseguita e mi e' stato risposto che se sono in difficolta' dovrei fare malattia cosa che non ritiene opputuno lo specialista in otorinolaringoiatria che mi segue in quanto sostiene che l' otite puo' durare anche alcuni mesi e come ha sostenuto anche lei si dovrebbe trovare una soluzione temporanea. Intanto sto svolgendo la mia attivita' con molta difficolta' tardando quanto meno il processo di guargione completa.

[#3]  
Dr. Domenico Spinoso

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
SAN DANIELE DEL FRIULI (UD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2018
Gentile utente,
da un punto di vista normativo può fare ricorso contro il giudizio di idoneità emesso dal medico competente.
Il ricorso deve essere presentato all'organo di vigilanza della ASS competente per territorio entro 30 giorni da quando le è stato comunicato il giudizio del medico.
L'organo di vigilanza, dopo averla visitata, acquisito i documenti e fatte tutte le valutazioni che riterrà opportuno emetterà un proprio giudizio che potrà confermare, modificare o revocare il giudizio emesso dal medico competente aziendale.
Cordiali saluti
Dr. Domenico Spinoso
Medico del Lavoro