Utente 545XXX
Buona sera, dottori volevo chiedere un consulto...

Ho una carie nel primo premolare in alto a sinistra, questa carie a dire la verità è un anno o più che mi da problemi, ma erano abbastanza lievi e ricorrenti (leggeri mal di denti, di durata di un giorno circa e poi svanivano) non sono manco sicuro fossero causati dalla carie.

Sta di fatto che è da 1 settimana circa che accuso un mal di denti diverso dal solito, un mal di denti a fitte che prende tutta l'arcata sx i primi giorni più forte, poi più scarso, in genere di notte e di mattina è più forte e non da tregua manco con gli antinfiammatori (ibuprofene e oki uso).

Siccome ho difficoltà economiche ho cercato aiuto per trovare un dentista agevolato, ho trovato una dentista che mi ha visitato e ha confermato la carie, non mi ha fatto raggi, ha solo pulito la carie superficialmente mettendomi una copertura provvisoria, siccome non poteva farmi i raggi x in quel momento ha cercato di capire la gravità della carie buttandomi sopra il dente stimoli, pressando etc.. tutto senza anestesia. Ha notato che effettivamente il dente non ha sensibilità a freddo, però fa male durante masticazione e a ha contatto con zuccheri..
Il colore del dente è scuro e questo le ha fatto pensare che poteva essersi "devitalizzato naturalmente" però siccome sento dolore lo ha escluso, o comunque le sembra strano.

Lei mi ha prescritto aulin mattino e sera per una settimana, per togliere l'infiammazione.

Dopo avermi ripulito la carie e tutto effettivamente ho passato il resto della giornata più la notte senza mal di denti, mi sono svegliato oggi però, il mal di denti è tornato verso le 8 del mattino, con un dolore comunque più lieve rispetto al solito, ho preso aulin e mi è passato.. Poi di pomeriggio unbpo è tornato, sempre con un dolore comunque sopportabile, a tratti anche un pelo più forte, ma nulla di paragonabile a prima.
Ho la prossima visita fra 2 settimane, per valutare se è da devitalizzare o meno, mi ha detto comunque se mi fa tanto male che posso andare pure prima!


Le domande che mi/vi pongo sono queste?

- È possibile che sia andato in necrosi il nervo, ma faccia comunque male?

- È possibile che sia una pulpite?

- È possibile ci sia un'infezione?

- La terapia è adeguata, qualche altro consiglio a riguardo?

- Perché il mattino alle otto mi viene regolarmente mal di denti abbastanza forte?

- Questo dolore attuale, è normale dopo la piccola operazione di ieri?

Perché io purtroppo sono sempre scettico ed ho paura che spesso si minimizza.. e da quel che sono informato quando una carie comincia a far male vuol dire che ha attaccato la polpa e quindi di conseguenza è da devitalizzare.


Vi ringrazio dottori, attendo notizie a riguardo.

Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr.ssa Gisella Brandani

20% attività
20% attualità
0% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2017
"È possibile che sia andato in necrosi il nervo, ma faccia comunque male?"
certamente: se la polpa dentale va in necrosi ed il dente non viene trattato diventa sede di infezione, cosa che giustifica il dolore

"È possibile che sia una pulpite?"
se il dente fosse vitale si, se il dente fosse necrotico tratterebbesi di periodontite

"È possibile ci sia un'infezione?"
se il dente è necrotico l'infezione è la regola

"La terapia è adeguata, qualche altro consiglio a riguardo?"
è imperativo un trattamento endodontico

"Perché il mattino alle otto mi viene regolarmente mal di denti abbastanza forte?"
è tipico delle fasi iniziali di più patologie dentali l'alternarsi di picchi di acuzie dolorosa intervallati da periodi più o meno lunghi di remissione, questi ultimi generalmente sempre più brevi con il passare dei giorni e l'aggravamento delle condizioni

"Questo dolore attuale, è normale dopo la piccola operazione di ieri? "
Un modesto dolore nei giorni immediatamente successivi al trattamento conservativo di una lesione cariosa profonda può essere dovuto al trauma che le manovre terapeutiche, se pur corrette, provocano ineviabilmente.
Nel caso in cui il dolore assuma carattere di significativa intensità questo depone per la necessità di un trattamento endodontico.

"Perché io purtroppo sono sempre scettico ed ho paura che spesso si minimizza.. e da quel che sono informato quando una carie comincia a far male vuol dire che ha attaccato la polpa e quindi di conseguenza è da devitalizzare."

Riguardo la necessità di devitalizzazione Lei è informato bene.
Purtroppo, però, è Lei stesso che in precedenza ha minimizzato la sintomatogia avvertita, ignorandola, così esponendosi a tutte le possibii complicazioni successive, che inevitabilmente si sono ora presentate.

ATTENZIONE:
la visita medica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.
I suggerimenti forniti dalla Dr.ssa Brandani online vanno intesi come meri consigli di comportamento, non sostitutivi della visita medica.
Dr.ssa Gisella Brandani
Medico Chirurgo
Specialista in Odontognatostomatologia
Consulente del Tribunale di Firenze

[#2] dopo  
Utente 545XXX

Salve dottoressa, grazie delle risposte, volevo aggiornarla circa il fatto che oggi a parte un lievissimo dolore durante il mattino, non ho avvertito alcun dolore per tutta la giornata, ho pure mangiato tiramisù e non mi ha dato alcun fastidio al dente.
Lei come mi consiglia di procedere? Perché da quel che ho capito lei concorda con me, che probabilmente è da devitalizzare il dente se ha cominciato a fare male; con una panoramica, la dentista dovrebbe poter fare la corretta diagnosi giusto?
Perché la mia eventuale paura che magari smette di farmi male, ma c'è comunque un'infezione in corso e siccome non mi fa male poi la dentista opta per non devitalizzare il dente!

Comunque nonostante non senta più dolore, se "stringo le labbra" sento un leggero fastidio nella gengiva (non dolore) invece se tocco il dente un minimo di dolore lo sento comunque, però man mano che passa il tempo il dolore va a scemare!

Resto in attesa di risposta gentilissima dottoressa

[#3] dopo  
Dr.ssa Gisella Brandani

20% attività
20% attualità
0% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2017
L'esame radiologico può essere del tutto negativo nelle fasi iniziali di una necrosi, diventando positivo solo a distanza di mesi, tanto ci vuole perchè si possa apprezzare una rarefazione periapicale compatibile con un infiltrato granulomatoso.
Nell'incertezza conviene sempre attendere, monitorando la situazione con un esame radiografico endorale ogni tanto (ad esempio ogni quattro o cinque mesi, circa), così da essere in grado di intervenire per tempo.
Cordialità
Dr.ssa Gisella Brandani
Medico Chirurgo
Specialista in Odontognatostomatologia
Consulente del Tribunale di Firenze

[#4] dopo  
Utente 545XXX

Tengo aggiornata sulla mia situazione, il dente continua a non farmi più male, anche se lo sbatto contro un altro dente viene un forte dolore ma che scompare subito, si è un po inscurito di più.
Io in accordo con la mia dottoressa di base ho deciso interrompere già la terapia con Aulin, in quanto reputiamo che se c'è un'infezione l'Aulin non serve a niente e rischio solo di spaccarmi lo stomaco per niente, senza "il via" della dentista non prendo altri medicinali, anche se nella mia ignoranza credo che dovrei prendere degli antibiotici.
Attendo risposte

[#5] dopo  
Utente 545XXX

Gentilissima dottoressa volevo avvisarla che oggi alle 9:40 ho effettuato la devitalizzazione.

L'intervento sembra essere andato bene, tuttalpiù sento quasi tipo un prurito alla gengiva nel post operazione.
Volevo sapere se è normale, essendo io una persona allergica agli acari, non vorrei qualche reazione allergica all'anestesia.

Grazie