Utente
salve dottori, sono una ragazza di 19 anni e sono qui per chiedervi delucidazioni riguardo alcuni dubbi che ho rispetto ad un fastidio acuto e invalidante che da dicembre (ma a fasi alterne con momenti di completa guarigione) mi affligge.


È cominciato tutto a dicembre quando un giorno normale mi è venuto un forte mal di testa (mi è stato detto dal medico 'cefalea muscolo tensiva') che non passava né con oki né con paracetamolo.


Il dottore mi ha prescritto poi, dato che non passava, 'Difmetre' a supposte e ho riscontrato subito miglioramenti.


il dolore però dopo esser scomparso per mesi è tornato l'altra notte durante la quale non sono riuscita a chiudere neanche un occhio dato il dolore alla nuca destra, alla tempia, all'occhio e alla guancia destra

.

inoltre questo dolore nel periodo invernale mi svegliava la notte con dolori fortissimi rendendo difficile riaddormentarmi.

mi sono recata subito dal dentista in quale dopo avermi fatto rx ai denti ha notato che ho il molare del giudizio destro (superiore) cariato che potrebbe essere la causa del mio mal di testa dato che mi si è gonfiata la faccia (ma leggermente) ho preso due synflex da 550 ma il dolore non mi è passato completamente.

domani devo fare l'estrazione e quindi sono sotto cura antibiotica... vorrei chiedervi se questi mal di testa che a me sembrano tanto emicranie dato che i dolori sono presenti solo a destra potrebbero essere legati a problemi odontoiatrici o a patologie più gravi (oncologica ad esempio).


sono una persona molto ansiosa e sono preoccupata per l'origine dei miei mal di testa... vorrei sapere se vale la pena o meno fare una tac alla testa, dato che potrebbe essere il molare (così da evitare radiazioni in quanto ultimamente ho fatto molti accertamenti legati però al torace) dato che per tutti è legato a problemi dentali in quanto peggiora da supina.


Mi rivolgo a voi neurologi così che, in base ai miei sintomi, possiate delucidarmi e magari tranquillizzarmi.


cordialmente vi saluto e vi ringrazio anticipatamente
PS.
ho dimenticato di scrivere che quando studio tendo a tirare spalla e collo... e a stringere i denti... non so se può influire

[#1]  
Dr. Diego Ruffoni

36% attività
20% attualità
20% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissima utente, partiamo dalle cose semplici e con segni clinici, eliminiamo il dente; poi se i fastidi persistessero si passerà ad alte accertamenti diagnostici. Stia tranquilla e non abbia fretta.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2]  
Dr. Mirco Di Biase

36% attività
16% attualità
16% socialità
MONZA (MB)
GESSATE (MI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2014
Gentile utente
Dalla sua descrizione deduco che indubbiamente la fase acuta del dolore possa essere evocato dal dente del giudizio, ma la cefalea tensiva non provoca una sintomatologia acuta, bensì un dolore irradiato appunto alla nuca alla tempia ecc. come L emicrania il cui sintomo non giunge mai improvvisamente ma gradualmente ( aura emicranica) per poi aumentare di intensità investendo L emicranio. Questi Ultimi sintomi sopra descritti sembrerebbero essere legati ad una malocclusione ed all abitudine di digrignare i denti ( bruxismo). Per cui le consiglio di evitare un ulteriore esame Radiologico come la tac e di effettuare una visita gnatologica da un collega Odontoiatra che se ne occupa Attivamente . Cordiali saluti.
Dr. Mirco Di Biase
Medico Odontoiatra e protesista dentale. Consulti di carattere informativo mirco_db@libero.it

[#3] dopo  
Utente
grazie dottori, ascolterò il vostro consiglio indubbiamente.. poiché già capire che un molare può portare dolori alla nuca mentre il molare in sé per sé non fa malissimo già mi tranquillizza e mi sento meno 'aliena' .. vi ringrazio procedo con l'estrazione sperando passi ..
grazie e buonanotte.