Utente 971XXX
Buongiorno,
mia mamma e' stata operata nel 1995 per mastectomia dx totale. Seguita dall'Ospedale S. Raffaele in chemio terapia chemioterapica cautelativa in modo esemplare e tanto umano. Ora ha 72 anni e devo dire a parte la menomazione un livello di vita buono. Tutti i controlli negativi. Per il resto fisicamente i classici acciacchi dell'eta' in particolare legati alla colonna vertebrale( evidenziate diverse ernie specie sia lombari che cervicali. Artrosi ed un poco di ostioporosi, circa 8 anni fa un piccola ischemia al cuore risolta brillantemente..
Il fatto relativamente nuovo che risale ad un mesetto fa ( mi sembra fosse in vacanza al mare in quei giorni) e' un dolore che parte dalla zona ascellare dx, in prossimita' alla cicatrice legata alla mastectomia( come degli spilli...) per poi girare fietro la schiena in zona scapolare. Cio' determina grando fastido attenuati solo con paracetamolo anche in buone quantita' che comunque attenuano ma non cancellano totalmente il fastidio.
Ha da poco fatto una visita ( prima di queste ultime evidenze) con il medico che l'aveva operata nel 1995. I prossimi esami sono tra dicembre e gennaio p.v.

Ritenete si debba fare qualcosa prima?
Sono fastidi connessi a possibili problemi consequenziali alla malattia ( siamo terorrizzati da possibili recidive!!)
Possiamo tranquillizzarci e pensare siano problemi di natura unicamente ortopedica?
Spero di avere buone notizie.
Grazie e cordialissimi saluti!
G.C.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non credo ci possa essere correlazione con la malattia di base ma con l'intervento chirurgico che ha subito
soprattutto se la mastectomia totale sia stata associata allo svuotamento ascellare i cui esiti si possono manifestare anche tardivamente dopo lungo periodo di tempo

http://www.senosalvo.com/riabilitazione.htm

Oppure trae origine da cause extramammarie (ortopediche come scrive Lei) da verificare tramite una visita.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 971XXX

Carissimo Dottore, innanzi tutto grazie per la dettagliata risposta. Devo dire che mi ha tranquillizzato molto anche se a questo punto portero' la mamma da un ortopedico nel caso non diminuissero i doloro che devo dire sono molto acuti.
Ho trovato il sito a cui Lei mi ha cortesemente indirizzato molto utile. Mi sono permesso di tenere il Suo nominativo per eventuali ulteriori approfondimenti. Per il momento un Grazie dal profondo.
GC