Utente 131XXX
SALVE SONO UNA DONNA DI 43 ANNI E UN MESE FA MI E' STATO DIAGNOSTICATO UN TUMORE LOBULARE INFILTRANTE ALLA MAMMELLA SX.SI E' PROCEDUTO A QUADRANTECTOMIA SUPERO ESTERNA E SVUOTAMENTO DEL CAVO ASCELLARE.
IL RISULTATO ISTOLOGICO DEL PRIMO INTERVENTO E' STATO IL SEGUENTE:
CARCINOMA LOBUL. INFILTR. CON COINVOLGIMENTO DEI MARGINI DI RESEZIONE AREOLARE,SUP-MEDIALE,INFEROLAT, ED ADIACENTE AL MARG. SX DEL TUMORE. MARGINE DI RESEZIONE PROFONDO,ASCELLARE E CUTE ESENTI DA COINVOLGIMENTO NEOPLASTICO.
METASTASI LINFONODALE IN UNO DEI VENTI LINFONODI ESAMINATI.
RECETTORI PER ESTROGENI CON INTENSITA' FORTE ( >90%) E PER PROGESTERONE CON INTENSITA' FORTE ( >90%)
FRAZIONE PROLIFERANTE(ki-67) INFERIORE AL 5%.
ASSENZA DI IMMUNOREATTIVITA' DI MENBRANA PER HER-2/NEU(ANTISIERO POLICLONALE DAKO).
DOPO QUESTO INTERVENTO SONO STATA SOTTOPOSTA A MASTECTOMIA NIPPLE SPARING SINISTRA, RADIOTERAPIA DEL COMPLESSO AREOLA CAPEZZOLO ELIOT 16GY E RICOSTRUZIONE PROTESICA. SEMBRA CHE AD UN PRIMO ESAME DELL'INTERA GHIANDOLA SIA STATO TROVATO UN ALTRO NODULO CHE, NE' LA MAMMOGRAFIA NE' L'ECOGRAFIA AVEVANO INDIVIDUATO. GLI ESAMI DI ROUTINE( MARKER TUMORALI,- ECO ADDOME - RX TORACE E SCINTIGRAFIA OSSEA) SONO RISULTATI NEGATIVI.
GRADIREI SAPERE GENTILMENTE ALLA LUCE DI TUTTO CIO' ALCUNE COSE:
1) LA PROGNOSI DI TALE MALATTIA DIPENDE DALLE DIMENSIONI DEL TUMORE?
2) LA TERAPIA SECONDO LEI DEVE NECESSARIAMENTE ESSERE MISTA CIOE' ORMONI + CHEMIO OPPURE COME MI E' STATO IN UN PRIMO TEMPO SUGGERITO SOLO ORMONALE?.
4) PER L'ALTRA MAMMELLA COSA DOVRO' ESEGUIRE COME ESAME DI ELEZIONE VISTA LA POCA RICONOSCIBILITA' DI TALE TIPO ISTOLOGICO?.
5) INFINE SINCERAMENTE QUALE E' LA POSSIBILITA' DI GUARIGIONE COMPLETA DA QUESTA MALATTIA?
SALUTI E GRAZIE IN ANTICIPO.

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

il coinvolgimento linfonodale fa propendere per un trattamento sequenziale chemioterapia + ormonoterapia. Non è riportato nel testo la dimensione del tumore, cosa anch'essa importante ma in questo caso secondaria al coinvolgimento linfonodale. Gli esami più approfonditi, di seconda linea, per lo studio del parenchima mammario sono la RMN e la scintigrafia mammaria. Le possibilità di guarigione da questa patologia sono ottime; importante una cura idonea ed un follow-up successivo scrupoloso.

Cari saluti

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#2] dopo  
Utente 131XXX

Caro Dott. Pastore ho ricevuto da poco la relazione clinico/terapeutica del mio ricovero inerente al secondo intervento che le invio per un ulteriore valutazione e consiglio.
Tipo intervento: mastectomia nipple sparing sinistra. Radioterapia intraoperatoria sul complesso areoola-capezzolo. Ricostruzione plastica con protesi submuscolare.
Esame Istologico: Carcinoma lobulare di tipo classico e trabecolare a medio grado di differenziazione, multicentrico, con focale neoplasia nodulare "in situ" (LIN 2), anche a margine di focolaio bioptico con flogosi cronica granulomatosa gigantocellulare da corpo estraneo. QSE: presenza di steatonecrosi con flogosi cronica granulomatosa gigantocellulare da corpo estraneo; fibrosi cicatriziale dermo-epidermica.

Stadio e fattori biologici relativi all'ultimo intervento:
y p T2(m) (4.9 cm) y pNX MX G2 Invasione vascolare assente
Ca 15-3: 21.6 u/ml

Stadio complessivo per la proposta terapeutica:
pT3(m) (7.9 CM) pN1a (1/20) G2 Invasione vascolare assente
Recettori ormonali: ER 90%; PgR 90%; Ki-67 5%; c-erbB2: assenza.

Mi è stata prescritta solo terapia ormonale (Tamoxifene 20 mg + LH-RH analogo) per 5 anni.
Una visita senologica a sei mesi.
Mammografia destra ed Ecografia mammaria bilaterale tra un anno.

A questo punto gradirei conoscere il suo parere, poichè mi aspettavo anche il trattamento chemioterapico viste le dimensioni e il linfonodo positivo, inoltre non le sembra troppo un anno prima di altri accertamenti?
La ringrazio anticipatamente anche per i consigli dietetici inviatemi e le porgo i più cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sulla chemioterapia risponderà il dr. Pastore

<<inoltre non le sembra troppo un anno prima di altri accertamenti? >>>

No non è troppo perchè anche il follow-up è in relazione al grado di rischio di ripresa della malattia


https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=53714
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 131XXX

Gentile Dott.Pastore
aspettavo un suo parere in proposito alla mia mail del 18 Ottobre e il suo silenzio non fa che peggiorare le mie ansie circa la terapia che mi e' stata data.Gradirei una risposta sincera.
Volevo anche sapere se durante la terapia ormonale potrei fare uso di fitoestrogeni quali la soia per es.e se esiste un libro o un vademecum per tutto cio' che di naturale si puo' usare per evitare gli effetti della menopausa senza pero' contrastare la cura anti-tumorale.Grazie e saluti.