Utente 150XXX
Buongiorno gentili dottori.
Vorrei sottoporvi la mia situazione. Sono stata operata nel maggio del 2008 per carcinoma duttale infiltrante gr2 cm2.1 er95% +++, pr95%+++. segni invasione,linfonodi negativi. Trattata con 4 cicli ciclofosfamide-taxotere, 25 sedute radioterapia dal 18 agosto 2008 in cura con Arimidex. Nel preoperatorio non è stata fatto il dosaggio de CEA nè quello del Ca 15-3. I marcatori post-operatori erano CEA 3.3 , CA 15-3 24. Marcatori pre terapia 10/06/2008 CEA 1,2 e CA 25. Marcatori post terapia CEA 1,5 ,CA 15-3 42,90 ( era in corso una brutta bronchite e radioterapia). Il successivo andamento è stato,rispettivamente CEA 1,00-1,00-1,1-1,5; CA 15-3 27,90-23,10-29,70-28,30. I valori di riferimento sono CEA 0,00-5 e CA15-3 0,00-51. Le ultime analisi le fatte adesso dopo 20 giorni da assunzione di 15 giorni Veclam + 6 iniezioni Fidato per solita bronchite annuale. I miei controlli sono stati post terapia 29/09/2008, TAC total body escluso cranio, analisi sangue, eco seno ( la mia BB si era fatta vedere sono con eco). Tutto OK. Secondo controllo 23/03/2009 stesso iter + mammo bilaterale. I prossimi controlli li avrò aprile /maggio prossimo con analisi del sangue, moc, mammo+eco, e TAC quest'ultima richiesta su mia insistenza ( il dottore mi disse che sarebbe bastata eco addominale). Alla luce di quanto scritto vi sarei grata se poteste darmi un ulteriore consiglio circa i controlli (annuali?) da effettuare TAc o eco addome. Inoltre se il mio nodulo non eè stato evidenziato da mammografia non sarebbe opportuno fare una RM?. Ho letto che il markers 15-3,per avere una buona prognosi dovrebbe essere inferiori a 22. Mi scuso per la mia lungaggine ma confido nella vostra pazienza. Vi ringrazio e rimango in attesa



P.s. La seconda TAC mi era stata fatta perchè nella prima erano visibili delle micronodulazioni,risultate inalterate nella seconda. Inoltre mi era stato riscontrato un altro nodulo al seno operato, agoaspirato (negativo)e sottocontrollo con eco ad oggi inalterato. Ho un ispessimento alla mammella operata dovuto a linfangite e alcuni esiti di RT. cintigrafia effettuata per la stadiazione , laprossima nel 2011.




[#1]  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

per i primi due anni è mia abitudine eseguire controlli quadrimestrali. Gli esami diagnostici da prescrivere vengono da me valutati di volta in volta a seconda delle necessità del momento. In linea di massima la scintigrafia ossea andrebbe eseguita annualmente, così come una TC. Inoltre quadrimestralmente eseguirei i marcatori. Altri controlli da tenere in considerazione sono mammografia annuale ed RMN seno se mammografia dubbia.

Il percorso di follow-up a mio avviso deve seguire un orientamento generale ma va anche personalizzato in base alle condizioni del paziente ed alla stadiazione iniziale.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
https://www.ipertermiaitalia.it/

[#2] dopo  
Utente 150XXX

La ringrazio vivamente per la sua celerissima risposta. Quindi lei mi suggerisce di rifare ancora la TAC e non eco addome. Questo era un mio dubbio. Il mio medico di base mi prescrive i markers e l'eco mammaria ogni 6 mesi. L'anadamento dei markers come è secondo il suo punto di vista? La ringrazio ancora per la sua risposta.

[#3] dopo  
Utente 150XXX

Mi scuso se sono insistente su questo argomento ma vorrei capire meglio il funzionamento dei markers.Premetto che le analisi le faccio sempre nello stesso laboratorio dell'ospedale in cui , per esempio, il valore del CA 15-3 va da 0 a 51. I miei valori oscillano da 24 a 28. Con una punta di 42.9 un anno e mezzo fa perchè fatto in piena bronchite e inoltre stavo facendo la radioterapia. Ora la mia domanda è questa: se io vado in un altro laboratorio dove i valori indicati sono da 0 a 22 o 25 i miei valori saranno al di sopra della norma e quindi soggetta a ulteriori indagini o risulterebbero più bassi? Vi ringrazio per la cortesia e per la vostra pazienza

[#4]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
[#5] dopo  
Utente 150XXX

Come sempre puntuali e molto professionali. Grazie per il Vostro lavoro.

[#6] dopo  
Utente 150XXX

Buongiorno gentili dottor. Sto facendo i controlli di routine. Mercoledì avrò la visita oncologica ma volevo sottoporvi il risultato della mammo/eco ed avere un vostro parere.

Mammo: Quadro mammografico misto (cosa significa?). Esiti chirurgici a sinistra con comparsa di calcificazioni grossolane distrofiche in sede di linfocele chirurgico. Non segni radiologici di malignità.

Eco: Il controllo ecografico non evidenzia formazioni nodulari solide Spazioìoccupanti bilateralmente. Invariato il reperto valutato citologicamente al QSE di sinistra. Linfocele residuo a sinistra.


Ho insistito per RM che farò giovedi 13 p.m.

Resto in attesa di un vostro gradito consulto. Cordiali saluti.

P.s.(In data 02/09/2008 agoaspirato per nodulo; referto: All'esame citologico si osserva materiale di fondo amorfo proteinaceo, frustoli di tessuto fibroadiposo ed isolati istiocitia citoplasma schiumoso talora ad habitat epiteliode. Area nodulare mm 7. C2)

[#7]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non ci sono sospetti in senso oncologico.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#8] dopo  
Utente 150XXX

Buongiorno. Riprendo questa discussione dopo tanto tempo. Ho effettuato i controlli semestrali delle analisi del sangue la settimana scorsa e per fortuna tutto ok!. Vorrei per cortesia un chiarimento circa i miei marcatori. I valori di riferimento sono CA 15-3 0-51, CEA 0-5. Solitamente fluttuano tra 24 e 29 per CA 15-3 e 1 -1.5 CEA.
Tra ottobre 2010 e ottobre 2011 però sono stati sempre in ascesa semestralmente 31- 36 fino a raggiungere 48,10 (già panico). La mia oncologa non ha dato peso alla cosa e, allora, mi disse di ripeterli comunque dopo sei mesi. Ho cercato di controllare l'ansia e ho atteso altri sei mesi ed in effetti Il CA 15-3 è sceso a 28 e agli ultimi esami a 26. (CEA 0.9). Come è possibile che possano fluttuare così tanto, addirittura dimezzarsi? So di essere noiosa e di disturbarvi inutilmente ma i marcatori mi fanno impazzire e mi creao tanta ansia. Vi ringrazio della vostra pazienza e disponibiltà.

[#9]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Concordo con la sua oncologa.

Fluttuano perchè gli incrementi dei valori dipendono da moltre altre cause non tumorali.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com