Utente 655XXX
salve mio padre 69 anni ha un carcinoma prostatico metastatizzato(lesioni scheletriche) (gleason 9)che per un anno e mezzo è stato curato con oromone-terapia(casodex,eulexin,enantone).Poi come di consueto si è verificata la resistenza al farmaco con aumento del psa (132) e siamo passati alla chemioterapia con taxotere(130mg/21gg) per sei sedute.Dopo di queste il psa è aumentato a 146;ha seguito una scintigrafia (non conosco i risultati con precisione) e dopodiché gli oncologi hanno deciso di associare al taxotere ,zometa(altre 2 sedute)...ora in genere secondo le linee guida come si procede? so che siamo al termine di questa odissea ma non c'è qualche alternativa,altri farmaci da usare,qualche centro innovativo?voi come procedereste,vi interpello per sentire più campane?vorrei sapere che terapia potrebbe regalare qualche altro mese al mio papà!sono disperata...:'(
vi ringrazio per la risposta,grazie mille di cuore!

[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
potrebbe in caso di ulteriore progressione shiftare di nuovo sul trattamento ormonale o associare in caso di lesioni ossee multiple e dolenti terapia radiometabolica.
tengo conto dei limiti di tale consulto non avendo il paziente davanti.
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)