Utente 162XXX
Salve, oggi abbiamo ritirato le analisi delle urinocoltura che è risultata finalmente negativa ed il nuovo esame PSA che si è abbassato ulteriormente a 0,17. Ricordo che precedentemente era 0,23. E' veramente necessario fare subito Radioterapia di Contenimento oppure possiamo vigilare il Psa ed aspettare un pò?
In attesa ringrazio

[#1] dopo  
Prof. Filippo Alongi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
8% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Bisonga conoscere:
1) l'esame istologico dell'intervento di prostatectomia nel dettaglio per capire il rischio di recidiva(margini positivi, alto gleason score, PSA iniziale, ecc).
2) l'andamento del PSA post-operatorio. Quante volte è stato >0.20ng/ml????
3)é in atto una terapia ormonale?

Senza tutto ciò l'unica cosa che le posso scrivere è che:
in caso di prostatectomia radicale secondo la società urologica europea e americana di radioterapia, il PSA non deve superare 0.20ng/Ml più di una volta consecutiva. In caso contrario è verosimile la recidiva biochimica che sugggerisce una RT di salvataggio sulla loggia prostatica.
Prof. Filippo Alongi
Professore associato di Radioterapia
Direttore Radioterapia Oncologica, Ospedale S.Cuore Don Calabria di Negrar(Verona),

[#2] dopo  
Utente 162XXX

Salve, ringraziandola anticipatamente per la risposta le comunico tutti i dati di mio padre certo che le potranno servire.
A mio padre di anni 70, è stato riscontrato nel 2009 un PSA 7,9 consigliata la Biopsia ha dato come risultato: Gleason 3+3 Coinvolgente 2 frustoli relativi al lobo destro e minimamente uno dei frustoli relativi al n°2. Dopo consultazione con Urologo gli è stato consigliato di intervenire chirurgicamente.Effettuata TAC e Scintigrafia totale risultate entrambe negative si è provveduto all'intervento avenuto regolarmente il 11/02/2010 con Prostatectomia Radicale Nerve Sparing Bilaterale Videolaparoscopica con Linfectomia Iliaco Otturatoria Bilaterale. Il successivo risultato Istologico ha dato risultato:
MATERIALE INVIATO:
-Prostata con vescichette seminali
-Linfonodi iliaco otturatori sinistri e destri
MACROSCOPIA:
Prostata diametri A-P 4,7 C-C 3 L-L 3,1
Vescichetta seminale DX e SX - BASE- Sezioni Apicali DX-SX - Sezioni DX 12-17 SX 18-21 Sezioni Anteriori DX 22-25 Sx
- LINFONODI ILIACO OTTURATORE SX 3
- LINFONODI ILIACO OTTURATORE DX 2
Medio grado di differenziazione (gleason score 3+3). La neoplasia coinvolge l'apice ed entrambi i lobi, ma è contenuta entro i confini anatomici della ghiandola. La neoplasia lambisce il margine chirurgico nelle sezioni apicali, nessuna proliferazione nelle vescichette seminali e nei linfonodi (numero Tot.5).
In data 22/03 da primo esame PSA dopo intervento è risultato 0,27 nei giorni seguenti è stata riscontrata anche una infezione urinaria trattata con 6 punture di Amikan 500mg; L' 11/05 nuovo controllo PSA sceso leggermente a 0,24 e nuovamente infezione urinaria(forma più leggera), trattata stavolta con 12 punture di Amikan. In questi giorni abbiamo ritirato le analisi delle urinocoltura che è risultata finalmente negativa ed il nuovo esame PSA che si è abbassato ulteriormente a 0,17. Dopo consulto con radioterapista gli è stato consigliato di effettuare un ciclio di circa 30 sedute di Radioterapia di Contenimento, che si svolgerebbero tra circa 1 mese e mezzo.
Quello che le chiedo è se, realmente è necessario effettuare Radioterapia dal momento che non mi sembrano valori di PSA alti, che mio padre al momento sta bene (non è mai stato fumatore e non ha mai subito interventi..) anche se accusa principalmente nel pomeriggio una lieve Incontinenza. Sono passati pochi mesi dall'intervento mi sembra tutto molto "frettoloso...." Inoltre è vero che sottoponendosi a Radioterapia questa può causare nuovamente Incontinenza?
Rimango in attesa di una sua cortese risposta e magari, se necessario, anche di un consiglio su dove effettuare radioterapia "zona di Firenze".
Grazie