Utente 117XXX
mio marito ora 70enne ha avuto un primo seminoma nel 72, operato e roeghenterapia, nel 2001 cancro alla prostata dichiarato tranquillo scoperto con una visita urologica, glison 5 psa 5,1 trattato con radioterapia esclusiva, nel 2005 operato di cancro alla mammella con chemio e radioterapia. ciononostante è un uomo apparentemente in buona salute che fa sport; quest'anno il psa è risalito a 2,42 quindi si parla di una persistenza e ci hanno proposto 4 alternative: l'intervento non fatto in precedenza con conseguenze di incontinenza, HIFU, brachiterapia (anche queste ultime non esenti da complicazioni) e per ultima terapia ormonale che vista l'eta' sarebbe da escludere per ora. Non c'è un parere concorde da nessuno di questi specialisti il chirurgo propone la chirurgia e gli altri la loro specialità. Grazie se vorrete darci un parere.

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

io sarei per la chirurgia radicale se vi è residuo nella loggia prostatica. Opportuno eseguire una scintigrafia ossea ed una TC total body per verificare che non vi sia estensione di malattia.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#2] dopo  
Utente 117XXX

Egregio dottore
mio marito si è sottoposto come anche da lkei consigliato alla prostactomia radicale a cielo aperto, nonostante la radioterapia eseguita in precedenza non ci sono state particolari complicazioni tranne che dopo la rimozione del catetere ha avuto dei blocchi nell'urinare.quindi al pronto soccorso gli hanno svuotato la vescica e riposizionato il catetere proprio oggi, siamo in attesa di avere una visita urologica e naturalmente molto preoccupati.
L'esame istologico ha evidenziato tre infonodi su 8 ammalati Gleason 5-6 TSC3, a questo punto si riparla di eventuale terapia ormonale intermittente, cosa che avremmo voluto evitare visto il tumore al seno (ho notato che il PSA ha cominciato a risalire quando ha iniziato e prendere il Nolvadex per il seno. A questo punto mi chiedo nuovamente viste le pesanti conseguenze dell'intervento se si sia scelta la soluzione piu' adeguata e quali altre prospettive ci possano essere.
La ringrazio anticipatamente.

[#3] dopo  
Utente 117XXX

Egregio Dottore, mio marito osserva da un anno la terapia ormonale con Decapetyl e ppurtroppo il psa che era sceso dopo l'intervento a 0,1 per due volte consecutive si è rialzato prima a 0,3 e ora a 0,4. Mi chiedo se questo sia indice di ripresa della malattia e se oltre alla terpia ormonale ci siano altre cure.
Ringrazio e saluto.