Utente 413XXX
A febbraio mi sono accorta di avere dei linfonodi in posizione laterocervicale ingrossati (a sinistra era più grande di quello di destra)ma ho sottovalutato la cosa pensando fosse legato ad un semplice raffreddore.
A inizio maggio, per caso, mi sono rivolta al mio medico di base per un altro controllo e quando mi ha controllato i linfonodi,mi ha prescritto analisi del sangue e un'ecografia: dall'ecografia sono risultate alcune linfoadenopatie, di cui la più grossa in zona laterocervicale, è di 2,1 cm.
Per caso, qualche giorno dopo ho sostenuto un esame universitario con un ematologo: gli ho esposto la mia situazione e mi ha prescritto un'altra serie di esami.
Da queste analisi che ho fatto nell'emocromo gli unici valori alterati erano i monociti(di poco più alti), la ferritina più alta di poco e la cupremia non molto più bassa.
ho fatto anche un pacchetto anti-virale e il risultato è che in passato(non si sa quando, poichè non me ne sono mai accorta) ho avuto anche la mononucleosi.
Premetto che subito dopo il controllo ho tolto un apparecchio fisso che ho portato per più di 5 anni per escludere tutto.
Sono ritornata dall'ematologo con i risultati e mi ha prescritto un antinfiammatorio, ANANASE, da prendere per 20 giorni, e inoltre mi ha detto di ripetere l'ecografia a tutti i linfonodi a metà luglio.
Ho terminato la cura da qualche giorno ma ho notato che il linfonodo non è sparito.
ci sono dei giorni in cui il linfonodo diventa piccolo, dei giorni invece che ritorna alla sua iniziale grandezza: inoltre non mi provoca dolore.
A metà luglio ho ripetuto le analisi:

SIDEREMIA 151 micr/dl
FERRITINA 73.6 ng/ml
GLOBULI ROSSI 4.70
EMOGLOBINA 14.2 gr/dl
EMATOCRITO 44.0%
MCV 93.6 fL
MHC 30.2 pg
MCHC 32.3 g/dL
RDW 12.1 %
PIASTRINE 236
MPV 9.3 fL
PIASTRINOCRITO 0.219 %
PDW 16.6 ratio
GLOBULI BIANCHI 6.10

FORMULA LEUCOCITARIA
NEUTROFILI 38.9%
LINFOCITI 48.7%
MONOCITI 10.8%
EOSINOFILI 0.9 %
BASOFILI 0.7%


Dopo Qualche giorno ho fatto l'ecografia a tutte le stazioni linfonodali, eccetto quelli inguinali.
quindi il medico specializzato in radiodiagnostica mi fa l'eco...durante l'esame lo vedo molto perplesso, infatti, non convinto, decide di farmi l'eco ai linfonodi inguinali...e non contento ancora, mi fa l'eco doppler su un linfonodo...in seguito, ancora molto perplesso mi controlla l'aorta a livello addominale.
Il referto dice:

L'ESAME ETG RILEVA PLURIME E DIFFUSE FORMAZIONI OVALARI, IPOECOGENE, SOLIDE CON RIMA CENTRALE IPERECOGENA. tALI REPERTI SONO RICONDUCIBILI A LINFOADENOPATIE DI CUI QUELLE DI MAGGIORI DIMENSIONI SI COLLOCANO IN REGIONE SOTTOMANDIBOLARE E NON ECCEDOO IL DIAMETRO DI 18 MM.
L'ASSOCIATA INDAGINE ECO-COLOR-POWER-DOPPLER RILEVA UN FLUSSO VASCOLARE CON ANDAMENTO CORTICO- ILIARE.
SI CONSIGLIA MONITORAGGIO CLINICO-STRUMENTALE NEL TEMPO.

Ciè che posso dirvi è che nel precedente referto effettuato solo ai linfonodi in zona latero cervicale il linfonodo più grande aveva diametro di 2,1 cm, ma questa volta ne risultano parecchi ingranditi.
Il medico dopo la visita, ancora molto perplesso, mi dice che non può esprimersi perchè non gli compete, ma chiaramente mi dice che questa situazione è da tenere sotto controllo nel tempo, ma soprattutto mi accenna al LINFOMA....non l'aveva mai fatto prima. Solo io, dentro di me, avendolo anche studiato, ero consapevole che c'era questa possibilità, ma adesso che qualcuno me ne ha parlato ho davvero paura.
Quello che ha allarmato anche i miei genitori è il fatto che sto dimagrendo....premetto che sono magra di costituzione(46 kg) ma non ero mai arrivata a pesare 43 kg, inoltre sono sempre stanca e debole, e credo di aver avuto febbre ogni tanto.
Qualche giorno dopo sono ritornata dall'ematologo-oncologo e lui, insieme ad un altro mi hanno semplicemente detto di tenere il tutto sotto controllo, e dovrei tornare da lui a settembre.
Per favore, qualcuno saprebbe spiegarmi questa situazione ambigua?
Si tratta di una conseguenza della mononucleosi, o si tratta dell'inizio di un tumore?
Perchè questi medici mi stanno dicendo di tenere il tutto sotto controllo e basta?

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

l'ematologo oncologo quale ipotesi diagnostica Le ha prospettato ?

Quale interpretazione ha dato alle indagini eseguite e ai sintomi riferiti ?
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 413XXX

L'oncologo è stato molto vago. Mi ha chiesto se ho febbre (credo di averla avuta molte volte ma non l'ho mai misurata), mal di gola (rare volte) e come sto(sempre debole). Poi comunque mi ha detto di tenere i linfonodi sotto controllo.
Quindi mi ha detto di ripetere le analisi a inizi settembre e di tornare da lui.
Ora chiedo a lei di darmi un parere su questa situazione o comunque se ha bisogno di altre informazioni, glieLe darò.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente, il Suo ematologo oncologo di fiducia probabilmente
non ha ritenuto sufficienti gli elementi che ha a disposizione
(in gran parte aspecifici) per formulare una diagnosi.

Intanto al momento NON ha confermato il sospetto di Linfoma .

Deve capire che (questo è il limite dei consulti sul Web) che rispetto al collega al quale si è rivolto a noi mancano molti elementi fondamentali per fare diagnosi, in primo luogo il contatto diretto con la paziente ed in modo particolare l'esame clinico (=visita).

Sino a prova contraria stia tranquilla e segua con fiducia le raccomandazioni dei colleghi che l'hanno visitata.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 413XXX

salve Dott., in attesa di tornare dal prof. che mi segue, che ora è in ferie, ho necessità di consultare Lei.
Da maggio accuso una continua stanchezza, ma l'ho sempre associata allo stress universitario e al lavoro, ma ad Agosto sono stata due volte in ferie in due posti diversi, quindi ero rilassata da tutti i punti di vista, ma la mia situazione era e continua ad essere assurda: sono sempre stanca, ho sempre necessità di riposare, accuso una forte debolezza muscolare e accuso stanchezza anche a livello mentale: a volte quando la gente mi parla sembra che non riesco a seguirla, non riesco a concentrarmi e gli occhi a volte vanno per conto loro. Sto evitando persino di guidare su strade provinciali perchè sembra che non riesco a concentrarmi o a mettere a fuoco.
Quando sono andata a ballare, nonostante avevo riposato un paio d'ore prima, mi è capitato persino di addormentarmi quasi mentre ballavo.
Non è da me, non è possibile. Sono cambiata tanto. Sto prendendo Supradyn, ma mi creda, non mi fa assolutamente nulla. Ho bisogno di sapere cosa mi sta succedendo!!? Se il tutto è correlato con i linfonodi?? Purtroppo non le so dire quando ho avuto la mononucleosi, perchè non me ne sono mai accorta, ma di certo l'ho avuta, come risulta dalle analisi.

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Quando consulterà il collega che la sta curando e sarà tranquillizzata ( soprattutto il Suo umore ne beneficierà) sono certo che questa sintomatologia tenderà a regredire.

Cosa altro Le posso dire attraverso Internet ?

La spossatezza, o la stanchezza cronica, sono sintomi complessi
che possono riconoscere molteplici cause : la depressione in primo luogo.

Provi a..."STACCARE" .....dai linfonodi.... sino al rientro del Suo curante dalle ferie.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com