Utente 976XXX
BUona sera vorrei chiedere un parere e dei consigli, sn un ragazzo di 20 anni e da poco tempo ho riscontrato delle cose anomale, dei linfonodi ingrossati in alcune zone del corpo, all inguine, e al collo. Da cosa può essere derivato questo?

[#1]  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

è necessaria senza dubbio una visita clinica con la raccolta di un anamnesi accurata. Si può trattare di fenomeni infiammatori magari legati ad un fatto infettivo. Per valutare i linfonodi comunque può essere utile anche un esame ecografico.

Un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
https://www.ipertermiaitalia.it/

[#2] dopo  
Utente 976XXX

prima di fare delle analisi specifiche vado dal mio medico e gliene parlo un pò, per il resto non credo che si tratti di malattie infettive, comunque farò degli accertamenti al più presto. Detto così non so proprio di cosa si possa trattare, pensa che possa essere la mononucleosi?? escluderei l HIV perchè ho avuto rapporti sessuali in passato ma con una persona che conosco molto bene,perciò non può essere sieropositiva, questa persona ha avuto rapporti sessuali solo con me ed è fedele tutt' ora. gradirei una risposta presto.

Cordiali Saluti

[#3] dopo  
Utente 976XXX

gentile dottore gradirei una risposta.. inoltre includo alcuni dettagli che forse possono essere d'aiuto per una sua risposta appropriata. Ho 20 anni e sono fidanzato da alcuni anni con una ragazza e a volte facciamo sesso senza protezioni entrambi abbiamo perso la verginità insieme e siamo molto legati quindi direi fedeli l uno e l altro.. la domanda che mi ripeto spesso è: è possibile prendere malattie infettive anche con una persona fedelissima??? attendo una sua risposta perchè sono molto preoccupato

[#4]  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Caro Amico,

senza una visita clinica ed alcun accertamento specifico non posso dire nulla di concreto. Direi che con grande probabilità si tratta di linfonodi infiammatori e che eventuali agenti responsabili dell'ingrandimento linfonodale non si debbono per forze contrarre con rapporti sessuali. In tutto questo non mi allarmerei e la prima cosa da fare appunto è consultare il medico di famiglia che conosce molto bene tutto di te.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
https://www.ipertermiaitalia.it/

[#5] dopo  
Utente 976XXX

grazie della sua immediata risposta settimana nuova vado dal medico.. cmq mi può dire se è rischioso fare sesso anche con le persone che si conosce bene??? io spero che non sia niente di grave sono preoccupatissimo.. inoltre posso dirle che qualche anno fa ho avuto in ingrossamento generale delle ghiandole e il pediatra allora era più piccolo mi fece fare delle analisi del sangue normali e non risultò nessuna infezione o cosa del genere per tanto alcuni di quesi linfonodi come all inguine sono rimasti.. in quel periodo circa 2 anni e mezzo fa avevo avuto rapporti sessuali cn la mia ragazza però come ho detto non so di cosa si possa trattare..
per lei mi devo allarmare???

[#6]  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Caro Amico,

se si tratta della propria partner abituale ed ovviamente si ha massima fiducia (reciproca), non è rischioso avere rapporti non protetti dal punto di vista delle malattie sessualmente trasmissibili. Certamente lo stesso discorso non vale per una persona qualunque anche se "la si conosce molto bene". Io non vedrei con allarme eccessivo la situazione di questi linfonodi ingranditi. Il medico di famiglia potrà seguire il tutto per il meglio.

Cari saluti

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
https://www.ipertermiaitalia.it/

[#7] dopo  
Utente 976XXX

Caro dr. Carlo Pastore


la ringrazio per la sua risposta perciò posso essere abbastanza tranquillo tutto sommato.. inoltre non bevo e non fumo sono un ragazzo tranquillo. Settimana nuova vado dal medico a fare una chiaccherata e a farmi prescrivere le analisi del sangue generali. Spero che si risolvi tutto nel miglior modo possibile,perchè sono una persona molto sensibile e preoccupata sempre per tutto.
La persona che amo la conosco da quando ero bambino perciò ho la massima fiducia su questo argomento..

magari ho preso la mononucleosi o qualche altra malattia simile.. cmq le analisi daranno le risposte la ringrazio moltissimo.. cmq devo vivere questi momenti con ansia o posso stare tranquillo????

Distinti Saluti

[#8]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Dalla sintomatologia che descrive si tratta, ma per esserne certi occorre una visita, di linfonodi reattivi (=reagiscono ingrossandosi)

https://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-i-linfonodi-o-linfoghiandole-le-adenopatie-ed-il-sistema-linfatico.html

e possono persistere aumentati di volume anche per molto tempo
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#9] dopo  
Utente 976XXX

Buona sera

allora nel corso di questa settimana sono stato dal medico di famiglia e gli ho segnalato le ghiandole di cui ero preoccupato.. mi ha consigliato subito di fare le analisi del sangu complete di urine, sierologia, mononucleosi. L esito è arrivato ieri e l ho fatte vedere immediatamente dal medico,e mi ha detto che ho delle analisi perfette con molti globuli rossi e alla sierologia ha notato nelle analisi che ho avuto la MONONUCLEOSI tempo fa come 1 o più anni fa.. adesso io non me ne sono proprio accorto di aver avuto la mononucleosi e gli ho chiesto se dovevo fare una cura.. ma lui mi ha detto che le analisi sono apposto.. adesso volevo farle una domanda dottore, come è possibile che anche dopo anni le ghiandole continuano a persistere ???

il mio medico mi ha detto che non devo fare assolutamente niente.. concorda?? se mi può togliere questi dubbi grazie-

Cordiali Saluti

[#10]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
dopo una mononucleosi i linfonodi reattivi possono restare ingrossati per lungo tempo.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#11] dopo  
Utente 976XXX

Buon giorno dottore le allego la copia delle analisi del sangue perchè vorrei avere una CONFERMA che sia mononucleosi, almeno posso stare tranquillo con la sua risposta.


SIEROLOGIA

EBV (CLIA) 30.2 U/mL < 20 Negativo
VCA-G > = 20 Positivo


VCA-M <10.0 UmL < 20 Negativo
20-40 Dubbio
> 40 Positivo

EBNA 6.3 UmL < 5 Negativo
5-20 Dubbio
> 20 Positivo

EA-G < 5.0 UmL < 20 Negativo
20-40 Dubbio
> 40 Positivo

Questo è il risultato della sierologia.

è certo che si tratta di mononucleosi vecchia di molto tempo fà?? io non ci capisco niente attendo Vostre risposte.. sono in pensiero

Vi Ringrazio


Cordiali Saluti

[#12] dopo  
Utente 976XXX

sto attendendo una Vostra risposta Riguardo le analisi..

Grazie ancora

[#13] dopo  
Utente 976XXX

attendo ancora risposte dalle anilisi che ho postato..

inoltre ho una domanda da farvi cari medici...

1 )Se mettiamo caso un ragazzo ha un rapporto sessuale non protetto con una cugina o addirittura sorella vergini, che se ne sentono dire a giro di queste cose è rischioso????? per l HIV o altre malattie sessualmente trasmissibili..????

2 )Inoltre non mi è chiara la questione della trasmissione perchè il siero positivo trasmette la malattia ma questo a sua volta sarebbe già stato infettato da un altro che aveva l HIV è così??? la modalità di trasmissione sessuale è solo questa?????

se mi spiegate per bene le modalità di trasmissione


grazie


Cordiali Saluti

[#14] dopo  
Utente 976XXX

C è nessuno??????

[#15] dopo  
Utente 976XXX

è una settimana che aspetto le vostre risposte per favore.. ho bisogno delle informazioni richieste sopra

Grazie

[#16] dopo  
Utente 976XXX

ho bisogno di un informazione che riguarda un mio amico che pensa di esser nato sieropositivo e sua sorella invece no.. adesso vorrei sapere se è veramente possibile una cosa del genere??? dalla nascita si può vedere se il bambino è infetto da HIV e altre malattie come l epatite???

è veramente possibile una cosa del genere????

ha paura di essere contaminato se per cortesia gli potreste levare questo enorme dubbio

Grazie aspetto una Vostra Risposta

Cordiali Saluti

[#17] dopo  
Utente 976XXX

HO BISOGNO DI UN INFORMAZIONE...

qualche mese fa ho usato un rasoio del padre di un mio amico, accidentalmente mi sono fatto un taglietto sulla gamba e non mi sono disinfettato ma ho passato solo un pò di acqua sulla gamba.Adesso ho sentito dire della trasmissione dell HIV e allora mi sono preso paura.. il rasoio era rimasto qualche giorno sul lavandino ed ovviamente era stato sciacquato..

adesso è possibile che io abbia contratto l HIv??

so per informazione che il virus però muore dopo qualche minuto tipo 15 o 20 al contatto con l aria.. quindi potrei stare tranquillo opprure no???

attendo con molta ansia una risposta ai miei ultimi 2 interventi



cordiali Saluti