Utente 169XXX
BUON GIORNO, VORREI CHIEDERE UN CONSULTO SU UN PROBLEMA CHE MI ASSILLA DA MESI. GIA DA TEMPO, ORMAI DA ANNI, NON SO DI PRECISO QUANTO, HO DELLE PALLINE O MEGLIO COME DEI FAGIOLINI DURI NEGLI INGUINI SIA A DESTRA CHE A SINISTRA. NON MI HANNO MAI DATO FASTIDIO E NON GLI HO MAI DATO PESO. PER CASO QUEST ESTATE LAVANDOMI SOTTO LA DOCCIA MI ACCORGO CHE NELL'ASCELLA SINISTRA, MOLTO IN PROFONDITà NE HO UN ALTRO, UN PALLINO DURO MOBILE E COME NELL'INGUINE NESSUN DOLORE. AL RITORNO DALLE VACANZE FACCIO UN INCIDENTE STRADALE IMPORTANTE DOVE NON RIPORTO PARTICOLARI LESIONI MA MI FANNO RADIOGRAFIE IN TUTTO IL CORPO ECOGRAFIA AL TORACE E PANCIA, UNA MIRIADI D'ESAMI DEL SANGUE. NULLA DI ANOMALO MI DICONO TUTTO OK SOLO NEL SANGUE RISULTA UN PICCOLO AUMENTO DEI LEUCOCITI EMOGLOBINA UN PO BASSA COME ANCHE L EMATOCRITO E NEUTROFILI LEGGERMENTE ALTI. PASSA UN MESE, OTTOBRE, VADO DALLA DOTTORESSA LE DO GLI ESAMI GLI RIFERISCO DEI LINFONODI(SEMPRE PRESENTI) E MI DA ALTRI ESAMI DA ESEGUIRE: SANGUE ED ECOGRAFIA LINFONODI. VADO ALL ECOGRAFIA E IL REFERTO è 9 LINFONODI REATTIVI DAI 8MM AI 14MM(ASCELLA SX) E UNO DI 20MM (ASCELLA DX) GLI ALTRI NEGLI INGUINI SIA A DESTRA CHE A SINISTRA.IL DOTTORE CHE MI HA FATTO L ECO MI DICE CHE NON C'E DA PREOCCUPARSI SONO TUTTI BEGNIGNI E VANNO SOLO CONTROLLATI DI TANTO IN TANTO. ESAMI DEL SANGUE CON LEUCOCITI SEMPRE ALTI E LINFOCITI ELEVATI DI MOLTO VES OK. DICEMBRE RIPETO GLI ESAMI DEL SANGUE I VALORI SONO TUTTI OK TRANNE EMOGLOBINA ELEVATA DI UN NIENTE, INOLTRE RISULTO NEGATIVO ALLA MONONUCLEOSI E AD ALTRI VIRUS, POSITIVO SOLO A IGG CYTOMEGALOVIRUS. I LINFONODI SONO ANCORA GONFI. A TASTARLI MI SEMBRANO GRANDI UGUALI DURI E INDOLENTI. LA DOTTORESSA MI DICE CHE PROBABILMENTE QUEI LINFONODI SONO COSI DA ANNI ED è NORMALE QUESTA CONDIZIONE. PER TUTTO IL PERIODO NON HO MAI AVUTO FEBBRE NON SONO DIMAGRITO MA è DA 4 GIORNI CHE SOFFRO DI PRURITO CHE MI COMPARE DI GIORNO IN PARTI DEL CORPO DIVERSE, COME PICCOLI PIZZICOTTI CHE INDUCONO A GRATTARMI. QUELLO CHE VORREI SAPERE è SE PUO' EFFETTIVAMENTE ESSERE UNA SITUAZIONE NORMALE. O SE DOVREI PREOCCUPARMI E FARE ALTRI ESAMI PIU' SPECIFICI SAPENDO DELL'IMPORTANZA DEI LINFONODI. CONCLUDO DICENDO CHE IN VITA MIA L'UNICO PROBLEMA CHE HO AVUTO è STATA UNA CRISI DI PANICO RISALENTE A 3 ANNI FA E UN PO D'ANSIA GENERALIZZATA RIACUTIZZATA DALL'INCIDENTE.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Mi scusi, ma dovrebbe riscrive NON IN MAIUSCOLO la sua richiesta.
Comunque da quanto scrive non mi preoccuperei ed i linfonodi reattivi (=reagiscono ingrossandosi) possono persistere ingrossati per periodi variabili anche molto lunghi.

https://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-linfonodi-linfoghiandole-adenopatie-ed-sistema-linfatico.html

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/lifonodisentinella.htm
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 169XXX

Questa settimana ho notato nell'ascella sinistra un secondo linfonodo della dimensione di quello già esistente e della stessa consistenza dura, rientra nella normalità? negli inguini continuano a rimanere della stessa dimensione immutati.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Farei un controllo clinico (visita) ed è possibile senz'altro ad esempio nel corso di un processo infettivo che altri linfonodi si rendano palpabili.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com